Il CEO della holding pubblicitaria ha definito una nuova visione, per allineare la tecnologia, la creatività e il talento dell’azienda

WPP sfrutta la potenza dei dati grazie a Google Cloud

Nell’ultimo anno si è presentato sempre più frequentemente il tema di come il cloud consenta ai marketer di offrire una migliore esperienza ai clienti attraverso campagne online e offline, e-mail, applicazioni, siti web e altro ancora. Unendo questi punti di contatto dei consumatori attraverso il cloud, i marketer possono produrre esperienze più uniformi e coerenti e risultati migliori per le aziende che supportano. La holding pubblicitaria WPP è in prima linea in questa trasformazione.

Per un’azienda che opera su questa scala può essere difficile gestire e sbloccare il valore dei propri dati in tutte le attività. Possono crearsi dei silos informativi, che possono causare la perdita di intuizioni preziose. Nel 2018, il CEO di WPP Mark Read ha riconosciuto questa sfida e ha definito una nuova visione. Allineando meglio la tecnologia, la creatività e il talento della sua azienda, WPP mira a fornire esperienze trasformative per il pubblico e risultati superiori per i suoi clienti.

“Creatività e tecnologia sono i due pilastri fondamentali della strategia futura di WPP. La creatività è ciò che ci differenzia. Nel primo anno del nostro percorso di trasformazione abbiamo investito in modo significativo nelle nostre capacità tecnologiche e la partnership con Google Cloud è la chiave per aiutarci a realizzare la nostra visione. La loro vasta esperienza nella pubblicità e nel marketing, unita alla loro forza nell’analisi e nell’IA, ci aiuta a fornire soluzioni potenti e innovative per i nostri clienti”, ha dichiarato Mark Read.

Per accelerare la sua trasformazione aziendale, WPP ha scelto Google Cloud per la nostra tecnologia e le nostre competenze, e si sta concentrando su 3 iniziative chiave:

  • Campaign Governance – Creare modi migliori di lavorare attraverso l’automazione guidata dal cloud per la configurazione delle campagne, la gestione creativa, la reportistica e l’ottimizzazione in tutta la rete WPP.
  • Customer Data Management – Riunire i punti di dati del cliente, la market intelligence e i dati WPP in una piattaforma di dati aperta per consentire una migliore comprensione, pianificazione e attivazione.
  • WPP AI – Utilizzando gli strumenti e la tecnologia ML di Google Cloud per contribuire ad alimentare l’innovazione nelle analisi, l’ottimizzazione delle campagne, l’intelligenza dei contenuti e le pratiche di customer experience di WPP.

WPP sta implementando Google Cloud su più progetti, dalla creazione di un sistema di gestione della pianificazione dei media, al miglioramento delle campagne con l’uso di strumenti per il riconoscimento delle immagini, la sentiment analysis e l’elaborazione del linguaggio naturale. Incorporando la tecnologia cloud nelle pratiche quotidiane di WPP, i team possono accelerare il time-to-insight e scoprire nuove opportunità per i clienti. Inoltre, collegando Google Cloud ad altri prodotti come la Google Marketing Platform, WPP è in grado di offrire esperienze migliori per il loro pubblico attraverso i media e il marketing.

WPP ha già iniziato ad applicare il suo approccio lungimirante ai dati. Ad esempio, Wunderman Thompson, un’agenzia globale di WPP, ha lavorato con GlaxoSmithKline per sviluppare il Theraflu Flu Tracker. Utilizzando i dati statistici dell’Istituto nazionale messicano di epidemiologia, insieme ai dati meteorologici e ad altri indicatori, ha sviluppato modelli di apprendimento approfondito su Google Cloud che prevedevano dove e quando si sarebbero verificati casi di influenza in Messico, con una precisione fino al 97%. Wunderman ha trasformato questa conoscenza in annunci digitali rilevanti che comunicavano il rischio di influenza nelle 32 entità federali in Messico. Questa campagna ha aumentato le vendite di e-commerce di quasi il 200%, ha vinto un Leone di bronzo a Cannes e ha aiutato le persone ad essere meglio informate sulla probabilità di contrarre l’influenza.