Home News ALGHO: all'Università di Siena arriva l'assistente 3D

ALGHO: all’Università di Siena arriva l’assistente 3D

-

Tempo di lettura: 3 minuti

Quest’anno, gli studenti del Master in Comunicazione d’impresa dell’Università di Siena, giunto alla XIII edizione, potranno utilizzare le funzionalità di un assistente d’eccezione. Si tratta di ALGHO, la Digital Human Interface realizzata da QuestIT, laboratorio di innovazione sull’Intelligenza Artificiale di The Digital che da tre anni ha dato vita a Siena a un laboratorio di ricerca congiunto con il Dipartimento di Scienze Sociali, Politiche e Cognitive dell’Università di Siena.

Con lo sviluppo di un potente motore di Intelligenza Artificiale e all’integrazione con ADA X (la piattaforma All-in-One per il Mobile Marketing di The Digital Box), ALGHO è in grado di comprendere e rispondere attraverso un’interfaccia vocale o testuale alle richieste di qualunque utente, ad ogni ora del giorno e su diversi canali. Gli studenti del Master avranno la possibilità di applicare le potenzialità di ALGHO con le diverse realtà aziendali e istituzionali che collaborano con il laboratorio di ricerca. Per fare un esempio, ALGHO è in grado di offrire efficaci suggerimenti durante l’estrapolazione e l’interpretazione di big data, per la creazione di contenuti destinati a diverse piattaforme di comunicazione online, o per lo sviluppo di piani di web e social media marketing.

Un vero e proprio tutor di una “officina digitale”, pensato per essere sempre e facilmente raggiungibile, integrabile in siti, app e nei principali canali di messaggistica, e dunque perfetto per rispondere alle esigenze delle imprese e delle istituzioni pubbliche e private. Il tutto all’interno di un’ambientazione 3D personalizzabile, sia nell’avatar che negli spazi, che consente di simulare il comportamento umano anche dal punto di vista dei movimenti e delle espressioni non verbali.

“Abbiamo sviluppato ALGHO per permettere di sfruttare le enormi potenzialità dell’Intelligenza Artificiale in modo ancora più semplice, immediato e coinvolgente” spiega Ernesto di Iorio, CEO di QuestIT. Lo abbiamo pensato come strumento dalle molteplici possibilità di applicazione, in particolare negli ambiti del marketing e della comunicazione. Dall’unione di ALGHO e ADA nasce una nuova visione, ampia e d’insieme, in cui Mobile, Social e Intelligenza Artificiale dialogano costantemente in ottica convergente con l’obiettivo di ottimizzare il ritorno degli investimenti delle iniziative di comunicazione. Siamo orgogliosi di poter offrire ai talenti di domani uno strumento da utilizzare quotidianamente e sarà interessante osservare come questo contribuirà al loro modo di sviluppare i progetti.”

ALGHO è uno dei tanti progetti nati dalla collaborazione fra mondo accademico e startup innovative portata avanti in questi anni dall’Ateneo. Oggi realtà leader nel campo dell’Intelligenza Artificiale (IA) e laboratorio d’innovazione della multinazionale The Digital Box, QuestIT è nata infatti come spin-off all’interno dell’Università di Siena attingendo ai talenti formati dai Dipartimenti di Ingegneria e di Scienze della Comunicazione. Un fil rouge virtuoso che unisce Università, eccellenze locali e internazionali nella realizzazione di strumenti di lavoro innovativi, come appunto ALGHO, utilizzati da migliaia di persone in tutto il mondo.

“È un sodalizio all’insegna della contaminazione di saperi che ha radici lontane” aggiunge Maurizio Masini, Direttore del Master in Comunicazione d’impresa giunto quest’anno alla sua tredicesima edizione. “Il Dipartimento di Ingegneria dell’Informazione e Scienze Matematiche dell’Università è sempre stato orientato ai campi di applicazione più innovativi, in particolare negli ultimi anni all’intelligenza artificiale. Al contempo, il Dipartimento di Scienze Sociali, Politiche e Cognitive, che ha aperto nel 1992 il primo Corso di Laurea in Scienze della Comunicazione in Italia, ha avviato molti progetti di ricerca e filoni di insegnamento relativi alla Human Computing Interaction, fino ad arrivare oggi alla User Experience (UX) che è anche diventata un curriculum del corso triennale di Strategie e Tecniche della Comunicazione. In questo contesto nasce e si sviluppa un’eccellenza come il laboratorio congiunto tra il nostro Master e QuestIT, che oggi torna a condividere la conoscenza acquisita con gli studenti dell’Università di Siena, futuri protagonisti dell’era digitale, in un circolo virtuoso di cui siamo profondamente orgogliosi.”

Redazione BitMAThttps://www.bitmat.it/
BitMAT Edizioni è una casa editrice che ha sede a Milano con una copertura a 360° per quanto riguarda la comunicazione rivolta agli specialisti dell'lnformation & Communication Technology.
  • Newsletter

    Iscriviti alla Newsletter per ricevere gli aggiornamenti dai portali di BitMAT Edizioni.

  • I più letti

    Maxime Didier ComdataGroupCeo

    Maxime Didier nominato Amministratore Delegato del Gruppo di Comdata

    Didier succede ad Alessandro Zunino che ha lasciato la Società.
    zaini_personalizzati_gadget365

    Zaini personalizzati: la scelta vincente per le aziende

    Con gli zaini personalizzati fai arrivare il tuo messaggio ben oltre l’evento o la fiera dove li hai distribuiti. Stimola il senso d’appartenenza dei dipendenti, fidelizza i clienti e attrai nuovi prospect.
    Bandyer_Magritte_Multiple_Devices

    Bandyer e la rivoluzione del mercato italiano della videocomunicazione

    Bandyer e l’integrazione della videocomunicazione all’interno di dispositivi altamente tecnologici e innovativi
    Attacchi cyber in aumento: attenzione ai dispositivi IoT

    Attacchi cyber in aumento: attenzione ai dispositivi IoT

    Il tasso di infezione è maggiore per i dispositivi assegnati a indirizzi IP pubblici
    Infrastrutture IT aziendali verso il multicloud ibrido

    CIO sotto stress per la complessità del multicloud

    Cresce il divario tra risorse IT limitate e il ritmo sempre più rapido della trasformazione digitale