Home News Data Loss Prevention: il ruolo degli Endpoint Protector

Data Loss Prevention: il ruolo degli Endpoint Protector

-

Tempo di lettura: 2 minuti

I dispositivi portatili e fissi sono sempre più importanti nelle nostre vite private e professionali, ed è quindi sempre più importante proteggere i dati da furti e attacchi informatici. Partner Data ha analizzato a fondo la tematica della Data Loss Prevention (DPL), individuando quali strumenti disponibili nel mercato meglio rispondono all’esigenza di proteggere i propri dati.

Il termine Data Loss Prevention fa riferimento a tutti questi sistemi che proteggono i dati all’interno o all’esterno di un’azienda. Obiettivo è quello di individuare e prevenire l’uso non autorizzato e la trasmissione delle informazioni riservate. La perdita dei dati può essere dovuta ad attacchi informatici provenienti dall’esterno, ma non sempre, dell’azienda, ma anche da errori del personale, a volte non adeguatamente formato per trattare e processare i dati nel modo corretto.

Le aziende, soprattutto in ottica GDPR, normativa entrata in vigore ormai sei mesi fa, devono garantire la protezione totale dei dati degli utenti e per fare ciò si possono avvalere di soluzioni come gli Endpoint Protector, appliance hardware o virtuali in grado di ridurre drasticamente il rischio di furti o di danneggiamento delle informazioni derivanti da minacce interne o esterne all’azienda.

Ma cosa sono nel dettaglio gli Endpoint Protector? Si tratta di combinazioni di strumenti e processi per identificare, monitorare e proteggere i dati riservati in base alle policy aziendali e alle normative industriali.

Tra le più importanti funzioni che svolgono di questi strumenti:

  • Tracciabilità di tutti gli accessi di device – Tutti i log delle attività dei dispositivi e delle applicazioni utilizzate devono essere registrate per tutti i PC o i dispositivi della rete;
  • Reporting and Analysis Tools – Traccia completa per gli audit e un’analisi dettagliata con grafici per una rapida panoramica;
  • Sensitive Content Filtering – Blocchi basati sulle tipologie dei file. I filtri possono essere creati anche sulla base di contenuti predefiniti o personalizzati ed espressioni ricorrenti;
  • File Whitelist di dispositivi, URL o domini – Solo i file autorizzati possono essere trasferiti ai dispositivi autorizzati e alle applicazioni online. Tutti gli altri trasferimenti devono essere segnalati e/o bloccati;
  • Modalità sicura offline e password temporanee – Anche i computer controllati ma temporaneamente offline devono rimanere costantemente protetti;
  • Enforced Encryption – Criptare i dati sensibili in transito garantendone la sicurezza e l’accessibilità. Nel caso un dispositivo venga rubato o perso tutti i dati memorizzati su di esso sono criptati e quindi non accessibili ad altri utenti;
  • Client Uninstall e Tamper Protection – Ciò garantisce continuità della protezione, impedendo ad estranei di manomettere o modificare le policy;
  • Backup Scheduler – Backup automatico del registro per evitare sovraccarico del server.

Obiettivo degli Endpoint Protector è quindi quello di creare un ambiente informatico protetto e controllato che supporti il dipendente nello svolgere le azioni lavorative impedendo il furto di password o di altre informazioni sensibili e bloccando malware e minacce esterne.

 

Redazione BitMAThttps://www.bitmat.it/
BitMAT Edizioni è una casa editrice che ha sede a Milano con una copertura a 360° per quanto riguarda la comunicazione rivolta agli specialisti dell'lnformation & Communication Technology.
  • Newsletter

    Iscriviti alla Newsletter per ricevere gli aggiornamenti dai portali di BitMAT Edizioni.

  • I più letti

    Qual è il più sicuro Downloader di Youtube?

    Ecco l'elenco dei migliori downloader di video di YouTube. Sono usati da migliaia di persone da tutto il mondo
    Italia ultima in Europa per utilizzo dell'eGovernment

    Italia ultima in Europa per utilizzo dell’eGovernment

    Solo il 25% dei cittadini utilizza servizi digitali per interagire con la PA, contro una media europea del 60%
    DXC Technology

    DXC Technology annuncia le nuove nomine nel gruppo manageriale

    L'obiettivo è creare un nuovo team per guidare la ‘nuova DXC Technology’ e continuare a trasformarla
    Banca Popolare di Sondrio protegge le mailbox con Libraesva

    Banca Popolare di Sondrio protegge le mailbox con Libraesva

    I dati riservati dei clienti trasmessi via email sono protetti da una linea difensiva
    Lockdown e e-commerce: fenomeno passeggero o strutturale?

    Lockdown e e-commerce: fenomeno passeggero o strutturale?

    In crescita costante da marzo ad oggi, le ricerche online hanno sperimentato un incremento medio del 36%