Home News Oltre la Data Management Platform: 3rdPLACE lancia DataLysm

Oltre la Data Management Platform: 3rdPLACE lancia DataLysm

-

Tempo di lettura: 3 minuti

In occasione del Web Marketing Festival 2018 3rdPLACE, la data-driven tech company fondata nel 2010 da ex senior manager di Google, lancia DataLysm, soluzione di Intelligenza Artificiale per la raccolta, l’analisi, l’apprendimento, la predizione e la proposta di azioni sulla base degli interessi specifici, delle caratteristiche e dei comportamenti di clienti e consumatori.

L’esperienza utente/cliente all’interno delle cosiddette properties digitali di un’azienda (sito, app ecc.) genera una corposa serie di informazioni che, se raccolte e interpretate nelle giuste modalità, possono concorrere velocemente a un significativo incremento del business aziendale attraverso l’ideazione di properties totalmente nuove o la correzione di errori precedentemente compiuti.

DataLysm va oltre il concetto di Data Management Platform (DMP), introducendo l’intelligenza derivante da specifici algoritmi proprietari di machine learning. Grazie alla soluzione progettata da 3rdPLACE, si possono raccogliere un gran numero di dati utili relativi al consumatore, predisponendo immediatamente delle azioni di business con l’obiettivo, per esempio, di agevolare una conversione (es. acquisto prodotto o sottoscrizione servizio) alla fine del percorso di navigazione.

Sulla base di anni di consulenza e dei tanti progetti seguiti, 3rdPLACE ha deciso di investire competenze e risorse nella realizzazione di una soluzione proprietaria che assolva a tre funzioni principali: mappatura dell’utenza, analisi predittiva dei comportamenti, attuabilità immediata di specifiche azioni di marketing.

La prima, fondamentale, esigenza a cui risponde DataLysm è la conoscenza super-approfondita dell’utenza. Grazie alla soluzione di 3rdPLACE, si procede alla segmentazione automatica della stessa in cluster accomunati da caratteristiche simili con un dettaglio mai visto prima. Successivamente si identificano e si categorizzano gli interessi granulari (es. per le auto d’epoca e non genericamente per il mondo dell’auto) mostrati dagli utenti durante la navigazione degli asset aziendali digitali e, infine, si individuano i percorsi di navigazione strategici ai fini della generazione del business che terminano, per esempio, con un acquisto, un’apertura di un conto bancario, la sottoscrizione di un abbonamento. L’analisi è effettuata per singolo cliente/utente in modalità multidevice – ovvero per non perderne le tracce se inizia la navigazione dal PC e la conclude su smartphone – e multisessione.

Successivamente, grazie a tecnologie proprietarie di Intelligenza Artificiale, e più propriamente di Machine Learning, DataLysm è in grado di predire il comportamento di una certa categoria di utenti in modo da individuare al momento della autenticazione, o attraverso l’analisi dei loro percorsi, quelli che portano maggiore valore all’azienda e su questi concentrare gli sforzi e gli investimenti. In questo modo sarà possibile realizzare itinerari personalizzati o valorizzare le pagine che più facilmente di altre portano a una maggiore conversione o, al contrario, stabilire quali sono gli elementi che fanno perdere opportunità commerciali predisponendo un immediato intervento correttivo.

Infine, grazie a un esclusivo livello di servizio della piattaforma, DataLysm permette di sfruttare concretamente i cluster di utenza per specifiche azioni di marketing, il tutto in modalità nativamente conforme alle più recenti norme europee sulla privacy come il GDPR. 3rdPLACE, infatti, certifica la raccolta dei dati attraverso una blockchain in modo da garantire informazioni sicure, tracciabili e non manipolabili.

DataLysm è disponibile in diverse modalità e fasce di prezzo, può arricchire o essere arricchita dalla DMP già presente in azienda (concentrata, a differenza di DataLysm, sulle fonti di traffico, per esempio le audience pubblicitarie) e può prevedere l’aggiunta di funzionalità opzionali sulla base di specifiche esigenze aziendali.

Con DataLysm un’azienda della GDO (Grande Distribuzione Organizzata) ha aumentato dell’8% il Conversion Rate sul sito a seguito di una campagna promozionale super-mirata e super-personalizzata.

“Grazie all’utilizzo dell’Intelligenza Artificiale – afferma Filippo Trocca, Chief Data Intelligence Officer di 3rdPLACE – e della blockchain, DataLysm garantisce un’altissima affidabilità del dato raccolto sia in termini di qualità che di privacy. Con DataLysm le aziende possono scoprire le opportunità nascoste delle loro properties digitali o, al contrario, le criticità dei propri asset ma, soprattutto, possono intervenire rapidamente con azioni puntuali e migliorative.”

 

Redazione BitMAThttps://www.bitmat.it/
BitMAT Edizioni è una casa editrice che ha sede a Milano con una copertura a 360° per quanto riguarda la comunicazione rivolta agli specialisti dell'lnformation & Communication Technology.
  • Newsletter

    Iscriviti alla Newsletter per ricevere gli aggiornamenti dai portali di BitMAT Edizioni.

  • I più letti

    MID: pubblicate tutte le novità del Decreto sulle semplificazioni

    MID: pubblicate tutte le novità del Decreto sulle semplificazioni

    Il provvedimento, convertito in legge lo scorso 11 settembre, vuole semplificare il rapporto tra cittadini e PA
    Cybersecurity: non bastano competenze in campo IT

    Cybersecurity: non bastano competenze in campo IT

    La sicurezza informatica rappresenta una pratica a se stante dal punto di vista di responsabilità e gestione del rischio
    Digital Innovation Days Italy 2020v

    Digital Innovation Days Italy 2020: tante novità per la prima edizione tutta online.

    Nuove sale verticali e una giornata interamente gratuita dedicata alle Startup
    Qbot al quarto posto dei malware più diffusi in Italia in agosto

    Qbot al quarto posto dei malware più diffusi in Italia in agosto

    Visto per la prima volta nel 2008, ora utilizza sofisticate tecniche ransomware e di furto di credenziali
    scuola-del-futuro

    Il futuro della scuola è online?

    La nuova sfida più grande consiste nello sviluppare un intero ecosistema del processo di insegnamento-apprendimento online che sia paragonabile al sistema tradizionale.