L’implementazione inizierà entro la fine del 2017, con un contratto del valore di oltre 400 milioni di euro

5G in Industrial Operations: abilitare la trasformazione

Per aggiornare e potenziare la propria rete MTS, operatore di telecomunicazioni in Russia, ha siglato un accordo con Ericsson. MTS si avvarrà delle funzionalità software più innovative messe a disposizione da Ericsson e che continueranno a essere sviluppate nel corso dei prossimi tre anni. L’accordo include anche hardware radio “5G-ready”, il Radio System di Ericsson e soluzioni core network tra cui la più recente Ericsson Mobile Softswitch Solution (MSS) e lo User Data Consolidation (UDC), che consente il consolidamento dei dati degli utenti per tutte le funzioni di rete.

Queste soluzioni permetteranno di realizzare l’upgrade delle reti mobile per il 2G, 3G e 4G. Inoltre, MTS preparerà la propria rete per il 5G grazie al software Ericsson per soluzioni Massive IoT, che include le tecnologie NB-IoT e Cat-M1. Questo andrà ad abilitare un’ampia gamma di casi di utilizzo in ambito IoT, tra cui metering e sensoristica.

Questo accordo si inscrive appieno nella strategia di MTS di dotare la propria rete di hardware già predisposto per supportare il 5G e l’IoT, così da favorire una rapida commercializzazione di queste tecnologie. L’avvio dell’implementazione è atteso entro la fine del 2017, con un contratto del valore che – si prevede – supererà i 400 milioni di euro.

Andrey Ushatsky, Vice Presidente, Chief Technology e IT Officer di MTS, ha dichiarato: “Lo scorso aprile, a Mosca, abbiamo sperimentato la tecnologia 5G raggiungendo velocità di trasmissione dei dati pari a 25 Gbit/sec. Ora abbiamo siglato un accordo con Ericsson, che fornirà a MTS nuovi dispositivi per consentire alla nostra rete di supportare le prime soluzioni basate sulle tecnologie 5G a partire dal 2020. Dopo l’upgrade, la rete MTS offrirà velocità di trasmissione dei dati più elevate, una maggiore capacità e bassa latenza. Queste caratteristiche sono fondamentali per l’IoT e per i servizi digitali che stiamo cominciando a implementare già da ora“.

Secondo l’ultima edizione del Mobility Report di Ericsson, molti operatori lanceranno commercialmente il 5G dal 2020, in linea con le tempistiche del piano globale per la standardizzazione del 5G. Nel 2022, si prevede che il numero di sottoscrizioni al 5G supererà i 500 milioni. Ci si attende che il tasso di adozione della banda larga mobile 5G sarà simile a quello della rete LTE, a partire dalle principali aree metropolitane e per poi raggiungere circa il 15% di copertura della popolazione entro il 2022. Il 5G abiliterà una vasta gamma di applicazioni in diversi settori, sia per casi d’utilizzo di tipo “Massive IoT” sia “Critical IoT”.

Arun Bansal, Head of Ericsson in Europa e in America Latina, ha affermato: “L’attuale introduzione di tecnologie IoT e 5G posiziona la Russia tra i primi Paesi ad adottare queste soluzioni ICT all’avanguardia. Ericsson supporta MTS nel raggiungere il duplice obiettivo di soddisfare le esigenze di una crescente capacità di rete e prepararsi a cogliere le enormi opportunità trainate dal 5G e dall’IoT. Il 5G sarà una tecnologia chiave per accelerare il processo di digitalizzazione industriale, andando a creare e migliorare i casi di utilizzo di applicazioni digitali in più settori, come i videogiochi immersivi, le auto a guida autonoma, chirurgia robotica da remoto, nonché il supporto della realtà aumentata in situazioni di manutenzione e riparazione“.

Questo annuncio rappresenta una pietra miliare nella commercializzazione su larga scala delle tecnologie IoT e 5G in Russia, a seguito del Memorandum d’Intesa sul 5G siglato da MTS ed Ericsson nel dicembre 2015.

Per dimostrare ulteriormente le capacità di queste tecnologie, le due società allestiranno delle aree demo per sperimentare il 5G durante la il campionato del mondo di calcio che si terrà in Russia nel 2018.