l report contiene i primi risultati della fase di test, avviata come parte dell’iniziativa SWIFT gpi, per migliorare la riconciliazione dei conti Nostro in tempo reale

Banca Mediolanum,

SWIFT ha pubblicato un report intermedio della fase di prova (PoC) del sistema sviluppato da SWIFT per la riconciliazione dei conti Nostro in tempo reale, basato sulla Developed Distributed Ledger Technology (DLT), a cui hanno aderito 33 banche che effettuano transazioni globali.

Il PoC sta verificando se la DLT può aiutare le banche a riconciliare i conti Nostro in modo più efficiente e in tempo reale, riducendo i costi e il rischio operativo. Il report fornisce una panoramica del PoC ad oggi e comprende gli obiettivi tecnici, i primi risultati sui potenziali vantaggi commerciali e le sfide chiave che devono ancora essere affrontate per consentire l’adozione del sistema a livello industriale.

Con l’attuale modello di correspondent banking, le banche hanno la necessità di monitorare i fondi nei loro conti esteri tramite aggiornamenti di credito e debito e dichiarazioni di fine giornata. Il lavoro di manutenzione e operativo richiesto per questo processo occupa una parte significativa dei costi richiesti per effettuare i pagamenti transfrontalieri.

I risultati iniziali del PoC mostrano che l’applicazione DLT sviluppata da SWIFT è in grado di offrire le funzionalità commerciali e la quantità di dati necessari a supportare la riconciliazione e il monitoraggio della liquidità in tempo reale. La DLT offre una visione in tempo reale della liquidità, disponibile e prevista, sia al proprietario del conto Nostro che al gestore e supporta la riconciliazione dei pagamenti e le indagini, fornendo un modello più sviluppato di dati sulla base di ISO 20022.

“Il PoC della DLT supporta l’obiettivo di SWIFT di effettuare pagamenti transfrontalieri più efficienti, un percorso già intrapreso con l’avvio dell’iniziativa SWIFT gpi, che offre ai clienti maggiore velocità, trasparenza e tracciabilità dei pagamenti transfrontalieri”, ha dichiarato Wim Raymaekers, Head of Banking Market e SWIFT gpi di SWIFT.

Questa prima fase di test ha dimostrato i progressi della tecnologia DLT ed è stato di aiuto nell’identificazione delle problematiche che devono ancora essere affrontate per poter garantire l’applicazione a livello di settore. Le principali sfide riguardano la necessità di sviluppare proposte di livello per rispondere ai diversi livelli di evoluzione, automazione e gli investimenti passati delle banche. È inoltre fondamentale che si prendano in considerazione l’integrazione con le applicazioni di back office legacy e la co-esistenza con i processi già esistenti.

Damien Vanderveken Head of Research and Development, SWIFTLab e User Experience di SWIFT, ha aggiunto “I risultati iniziali del PoC della DLT sono positivi. Ci sono stati importanti progressi ma l’ultima generazione tecnologica del blockchain è solo agli inizi e ci vorrà ancora molto tempo prima che diventi maturo e abbastanza scalabile per le applicazioni di importanza critica”.

Il PoC della DLT di SWIFT è iniziato nel mese di aprile 2017 e si concluderà nel mese di novembre 2017. I risultati finali del PoC saranno disponibili a partire dal mese di dicembre.