Lo smart working è qui per restare e rientra nelle priorità di investimento delle aziende italiane. Per abilitarlo e trasformarlo in un’opportunità ci vuole la giusta tecnologia, che si integri nel business delle aziende garantendo sicurezza e facilità d’uso

SMART WORKING_TWT

Secondo gli ultimi dati statistici a disposizione circa il 70% delle aziende italiane durante l’emergenza sanitaria ha adottato rapidamente i mezzi e gli strumenti per abilitare il lavoro da remoto. Più in dettaglio la terza edizione della survey “Future of Work 2020” realizzata da Osservatorio Imprese Lavoro Inaz e Business International evidenzia come solo il 6% delle imprese dichiara di voler tornare alle condizioni preesistenti senza smart working. Gli imprenditori sembrano avere le idee chiare tant’è che il 60% del campione intervistato indica nello smart working la priorità su cui investire per quanto riguarda la gestione delle risorse umane e il 67% mette la digitalizzazione in cima alla lista delle priorità.

La nuova sfida della digitalizzazione

La pandemia globale ha funzionato da propulsore spingendo le imprese ad un punto di non ritorno: digitalizzarsi o morire. La sfida è stata quella di dover modificare, dall’oggi al domani, il modo di lavorare come tradizionalmente inteso sdoganando modalità di lavoro più agili (e soprattutto a distanza) per rispettare le norme di distanziamento sociale imposte dal Governo e garantire condizioni di lavoro in completa sicurezza.

Come dimostra la survey sopra citata, lo smart working si è guadagnato un posto di rilievo nel cosiddetto ‘new normal’, entrando nella quotidianità delle imprese e dei lavoratori e diventando la leva della digital trasformation.

Se durante l’emergenza si sono potute tollerare forme di smart working improvvisate, che comunque hanno portato a risultati soddisfacenti, ora è tempo di pensare allo smart working in forma più strutturata, dando vita a progetti di lungo respiro.

Smart Working: una sfida che porta tanti benefici

I vantaggi del lavoro da remoto sono molteplici e riguardano sia il lavoratore, sia il datore di lavoro.

Da un lato, lo smart working regala un’estrema flessibilità a livello di orario e di luogo di lavoro per il dipendente che in questo modo può trovare un miglior equilibrio tra vita professionale e vita privata. Dall’altro la produttività è assicurata perché l’azienda può portare avanti il suo business senza imprevisti. La collaborazione con i colleghi e i team di lavoro a livello globale è garantita grazie agli innumerevoli strumenti a disposizione che danno la possibilità di cooperare a distanza.

La tecnologia come protagonista

Perché il lavoro agile sia vincente, alla base deve esserci la giusta tecnologia: le aziende devono poter contare su servizi tecnologici capaci di supportare gli utenti dislocati, collegarli tra loro e con la sede madre, garantendo al contempo operatività e sicurezza dei dati.

Con la virtualizzazione dei sistemi aziendali si può rispondere a queste esigenze: desktop, server, centralini e, più in generale, tutti i sistemi aziendali in cloud garantiscono l’accessibilità da qualsiasi dispositivo connesso ad Internet, grazie a semplici login e password.

Un altro fattore di grande importanza è la qualità della connessione internet: performante, che garantisca la business continuity, modulata con le effettive necessità aziendali.

TWT: un partner per la tua trasformazione digitale

Trasformare le potenziali criticità dello smart working in un’occasione di innovazione dei sistemi significa semplificare la vita all’imprenditore e all’IT manager fornendo soluzioni tecnologiche integrate.

Questa è la ricetta che TWT, leader nel mondo dei servizi TLC e ICT, ha messo a punto per supportare le aziende in questo percorso: una serie di strumenti che rendono le attività da remoto agili, efficienti e chiavi in mano.

La Full Office di TWT è la soluzione completa per lo Smart Working che, per un’azienda, rappresenta una grande opportunità di innovazione dei sistemi e dell’organizzazione lavorativa, oltre che una scelta di flessibilità grazie alla quale può portare le proprie attività in qualsiasi luogo e in qualsiasi momento.

Perché ciò funzioni nel migliore dei modi – con tutta l’efficienza, la sicurezza e la produttività del lavoro in sede – sono necessarie delle tecnologie appositamente pensate per collegare i dipendenti con i propri strumenti aziendali, per metterli in comunicazione tra loro e con il resto del mondo.

E’ pensata per le aziende che desiderano adottare tutti i servizi essenziali in un pacchetto di Unified Communication & Collaboration. Un’unica soluzione che include virtualizzazione dei client e dei server senza più bisogno dell’infrastruttura fisica IT riducendo consumi e costi a esso connessi, consentendo il collegamento attraverso una APP da qualsiasi device, aziendale e privato, al proprio desktop aziendale, il tutto unito alla connettività, alla voce, al centralino virtuale.