Gli acquisti online sono aumentati praticamente in ogni settore nell’anno in corso

commercio online spesa web
Tempo di lettura: 2 minuti

In una situazione molto difficile per l’economia mondiale come l’emergenza pandemia che ancora oggi stiamo attraversando e che ha cambiato tante abitudini di vita dei consumatori, c’è un settore che ha vissuto un periodo di forte crescita. Stiamo parlando degli e-commerce, con gli acquisti online che sono aumentati praticamente in ogni settore nell’anno in corso. Vediamo quindi la situazione generale per poi concentrarci sui supermercati online.

La crescita degli e-commerce

Il Covid-19 e in particolar modo il lockdown hanno portato ad un’accelerazione per il settore delle vendite online e del commercio online, con un aumento delle transazioni del 15,4% nell’ultimo anno, di cui il 7% solamente nel periodo della quarantena. In sintesi, è aumentata la domanda di acquisti sul web vista l’impossibilità di recarsi fisicamente in negozi e supermercati, tanto da far registrare dei momenti di crisi per la logistica e l’approvvigionamento per molti operatori, travolti da una quantità di ordini imprevedibile soprattutto nel primo periodo.

Una volta provata con mano l’esperienza dell’acquisto online, però, i consumatori non sembrano voler fare passi indietro e continuano con questa abitudine, tanto che il 36,4% degli italiani ha pensato di acquistare sul web prodotti che prima cercava solo in negozio e il 25% ha fatto la spesa online nell’ultimo anno.

La frequenza delle compravendite sul mercato e-commerce da parte degli utenti è aumentata del 79% dopo il lockdown e la modalità di consegna preferita dalla stragrande maggioranza delle persone è quella contactless, nel rispetto delle misure di distanziamento sociale.

I supermercati online

Tra i vari comparti che hanno visto un’impennata nelle vendite in rete c’è anche quello alimentare, dato che soprattutto durante il lockdown andare al supermercato era complicato e potenzialmente rischioso per la salute.

Sorprendentemente, però, sono tanti gli italiani che a distanza di mesi continuano a preferire questo servizio digitale. I vantaggi vanno dalla comodità della spedizione a domicilio alla semplicità di alcuni servizi che, come Easycoop ad esempio, permettono di fare la spesa online in pochi clic direttamente dal proprio smartphone o pc.

I dati parlano chiaro, durante il lockdown il comparto alimentare sul web è cresciuto esponenzialmente, con il 17,2% dei consumatori che hanno fatto la spesa online almeno una volta in quel periodo. Una tendenza che non accenna a diminuire: anche dopo la quarantena, il 36% dei consumatori ha continuato a riempire il proprio carrello virtuale per farsi poi consegnare la spesa a domicilio, segno evidente di una trasformazione duratura nelle abitudini degli italiani in questo senso.

Ha giocato un ruolo importante anche il servizio click&collect, tra i preferiti per quanto riguarda le nuove modalità di acquisto: durante il lockdown questa possibilità per i consumatori di ordinare i prodotti alimentari online e ritirarli in negozio ha superato il 15% nelle quote di vendita, rimanendo poco sotto il 13% nel periodo successivo.
Insomma, queste abitudini digitali sono ormai entrate nel dna degli italiani, specie in un momento in cui è particolarmente importante mantenere il distanziamento sociale.