Home News Viaggi d'affari: gradule ritorno alla normalità dopo il lockdown

Viaggi d’affari: gradule ritorno alla normalità dopo il lockdown

-

Tempo di lettura: 3 minuti

Secondo Luca Carlucci, fondatore e CEO di BizAway – piattaforma digitale per la pianificazione dei viaggi d’affari – “Prima che scoppiasse la pandemia, i nostri viaggiatori prenotavano con una media di 8 giorni di anticipo rispetto alla data di partenza. Nei mesi da marzo a maggio abbiamo rilevato delle anomalie nel loro comportamento: una circostanza comprensibile se si pensa alla grande incertezza che ha riguardato tutti i settori e in particolare alcuni come il turismo, bombardati da continue informazioni sullo stato di emergenza. Oggi, a quattro mesi dalla fine del lockdown, il dato sta tornando ai livelli pre-Covid, con 5 giorni di anticipo sulla partenza. Il ritorno alla normalità non può che essere graduale ma, da quello che vedo, siamo sulla strada giusta, sempre che non ci siano nuove ondate”.

Dall’analisi effettuata da BizAway sulle prenotazioni di oltre 550 clienti emerge che a marzo, ossia quando la confusione era massima ed era appena iniziato il lockdown, l’anticipo della prenotazione era solo di 2 giorni: “Questo dato dimostra che, nel momento in cui le frontiere mano a mano chiudevano e le possibilità di viaggiare diminuivano, le trasferte avevano carattere di urgenza e la prenotazione avveniva solo all’ultimo minuto e solo se indispensabile – continua Carlucci – La situazione è cambiata drasticamente nei mesi di aprile e maggio dove abbiamo registrato una media di rispettivamente 25 e 20 giorni di anticipo: questo aumento vertiginoso è stato dettato dal fatto che in piena quarantena, ormai rassegnati all’impossibilità di viaggiare, si prenotava a lungo termine, nell’attesa che le misure restrittive si allentassero”.

E ora? Dopo che a giugno i giorni tra la prenotazione e la partenza sono scesi a 7, a luglio e ad agosto – mesi che non sono di alta stagione per i viaggi d’affari – si sono assestati a 5.

Il ritorno alla normalità nel business travel è dimostrato anche da un altro dato emerso dal comportamento degli utenti della piattaforma BizAway, quello del volume delle prenotazioni dei viaggi di affari che ad oggi è arrivato al 52% del volume pre-Covid. “Certo le aziende fanno viaggiare ancora poco i propri dipendenti, ma il mercato è in ripresa. Salvo ondate di ritorno, ritengo che con il 2021 quasi la totalità delle aziende torneranno a viaggiare come erano solite fare”.

Le nuove abitudini dei viaggiatori

Il Covid ha lasciato il segno nelle abitudini di viaggiare per lavoro, non solo nei giorni di anticipo con cui si prenota un viaggio. Se infatti prima la durata media era di 3,6 giorni e il mezzo di trasporto più utilizzato era l’aereo, da maggio 2020 in poi la durata si è abbassata a 2,4 giorni e viene preferito il treno: “Questo atteggiamento, frutto di un’analisi delle prenotazioni effettuate sulla nostra piattaforma, è comprensibile: la pandemia non è del tutto debellata e si mantiene un atteggiamento prudenziale, trattenendosi il meno possibile nella destinazione del viaggio. Altro dato significativo è la preferenza per il treno, un mezzo che da sempre richiede meno prassi burocratiche (moltiplicatesi in tempo di Covid) e oltretutto è anche più eco-friendly” conclude Luca Carlucci.

Al momento le destinazioni domestiche e internazionali per i viaggi di affari prenotati su BizAway si equivalgono, con un leggero vantaggio per le prime (52%) sulle seconde (48%): all’estero si viaggia per la grande maggioranza in Europa (82%) rispetto alle destinazioni intercontinentali (18%).

Redazione BitMAThttps://www.bitmat.it/
BitMAT Edizioni è una casa editrice che ha sede a Milano con una copertura a 360° per quanto riguarda la comunicazione rivolta agli specialisti dell'lnformation & Communication Technology.
  • Newsletter

    Iscriviti alla Newsletter per ricevere gli aggiornamenti dai portali di BitMAT Edizioni.

  • I più letti

    archiviare le email

    L’importanza di archiviare le email in Cloud

    In questo articolo sono spiegati i vantaggi di archiviare le mail nel cloud. Ecco la solzione Mail@rchive
    Corrado Rossi assume la carica di Direttore Commerciale in Aton IT

    Corrado Rossi assume la carica di Direttore Commerciale in Aton IT

    Corrado Rossi inizia la sua carriera professionale nel 1984 come programmatore in una software house, per poi trascorrere circa dieci anni in Olivetti all’interno...
    Trusty

    Nasce Trusty, la piattaforma blockchain per il food

    La piattaforma, ideata dalla startup Apio, sviluppata con la collaborazione di Var Group e realizzata su tecnologia IBM Food Trust, vuole rendere capillare la diffusione del sistema di certificazione attraverso protocolli blockchain permettendo anche alle piccole imprese del settore agroalimentare di raccontare e certificare la propria storia attraverso un semplice QR Code
    Digital divide, continuità formativa e diritto all'istruzione

    Digital divide, continuità formativa e diritto all’istruzione

    Solo il 6,1% degli studenti vive in nuclei familiari dove è disponibile un computer per componente
    Il mercato del VoIP si innova: le infrastrutture migrano al cloud

    Il mercato del VoIP si innova: le infrastrutture migrano al cloud

    I vantaggi: continuità, maggior mobilità, sensibile riduzione dei costi di manutenzione