Reg. UE 260/2012: Sepafast aiuta le imprese

20

Il software permette alle imprese di essere a norma con il regolamento che sarà attivo da 1° febbraio 2016

A partire dal prossimo 01/02/2016 entrerà in vigore il Reg. UE 260/2012, secondo il quale per le aziende sarà obbligatorio inoltrare flussi CBI tramite remote banking (bonifici, incassi diretti e relativi allineamenti elettronici) esclusivamente con il formato ISO 20022 XML (cessazione di validità del vecchio formato txt o porting CBI).

A venire incontro alle organizzazioni italiane ci pensa Sepafast, un software veloce e pratico per la creazione di file “.xml” compatibili con lo standard SEPA, il sistema facilita il processo di creazione e importazione di flussi di bonifici sct (Sepa Credit Transfer).

Il servizio è fruibile dal sito internet www.sepafast.com e “converte in / genera” flussi importabili su corporate banking di qualsiasi banca.

Sepafast permette anche:

  • l’importazione di flussi sepa xml (utile in caso di ripetizione di un flusso di bonifici/stipendi a stessi nominativi e coordinate);
  • la conversione di vecchi flussi con formato cbi (il cbi è il vecchio standard con cui venivano trasmessi i dati alle banche fino a pochi mesi fa e pertanto risulta utile laddove le aziende abbiano ancora software gestionali che esportano nel vecchio formato)
  • l’importazione di flussi excel (utile per chi può effettuare delle esportazioni personalizzate excel da software gestionali di terzi per trasformare i dati in standard sepa).

Il software è fruibile in lingua italiana, inglese e francese, prevede una licenza d’uso gratuita e due a pagamento, tutte eroganti gli stessi servizi ma con quantità di flussi generabili diversa.