Nel periodo marzo-giugno 2020, Avast ha protetto da stalkerware utenti in tutto il mondo e suggerisce tre consigli da seguire per mitigarne la minaccia

Stalkerware
Stalkerware
Tempo di lettura: 2 minuti

I ricercatori di Avast, leader mondiale della sicurezza informatica, hanno riscontrato un aumento del 51% nell’uso di spyware e stalkerware, da marzo a giugno 2020, rispetto al periodo gennaio/febbraio dello stesso anno. Lo stalkerware è un tipo di software non etico, che consente alle persone di tracciare la posizione di qualcuno, accedere a foto e video personali, intercettare e-mail, messaggi e comunicazioni di app come WhatsApp e Facebook, nonché telefonate ed effettuare registrazioni nascoste di conversazioni su Internet.Questa crescente minaccia digitale fa da sfondo ad un aumento della violenza domestica, avvenuta durante il lockdown, definita “epidemia ombra” del coronavirus da Phumzile Mlambo-Ngcuka, direttore esecutivo di UN Women.

A tal proposito, Jaya Baloo, CISO di Avast, ha dichiarato: “Lo stalkerware è una categoria di malware domestico in grande crescita, che ha implicazioni inquietanti e pericolose. Mentre gli spyware e gli infostealer cercano di rubare dati personali, lo stalkerware è diverso perché ruba la libertà fisica e online della vittima. Solitamente installato segretamente sui telefoni cellulari da coniugi, ex-partner, cosiddetti amici e persino genitori preoccupati, quest’ultimo traccia la posizione fisica della vittima, monitora i siti visitati su Internet, messaggi di testo e telefonate, minando la libertà fisica e online di una persona. Ci impegniamo a fare tutto il possibile per proteggere i nostri utenti da questa crescente minaccia “.

È da notare che, oltre all’intera gamma di spy e stalkerware, Avast ha individuato anche una serie di app relative al COVID-19 progettate per spiare gli utenti.Questo aumento di spy e stalkerware non si limita solo agli Stati Uniti.Per mitigare tale minaccia, il team di Avast ha fornito alcuni consigli semplici e attuabili:

1: proteggi il telefono da qualsiasi accesso fisico non autorizzatoGli smartphone vengono spesso lasciati non protetti dai loro utenti. Secondo Pew Research, oltre un quarto dei possessori di dispositivi mobili non ha alcuna protezione di blocco dello schermo e poco più della metà non utilizza né le impronte digitali né i codici PIN per mantenere ​​i propri dispositivi privati. Questo rende semplice installare segretamente uno stalkerware. Allo stesso modo, non è consigliato prestare il telefono sbloccato a nessuno. L’installazione di un’app di questo tipo può richiedere, infatti, meno di un minuto.

2: installa un buon prodotto antivirus tradizionale sul tuo telefono cellulareUn buon antivirus mobile tratterà lo stalkerware come un PUP, un programma potenzialmente indesiderato e ti darà la possibilità di rimuoverlo. Lo scorso anno Avast ha collaborato con Google per eliminare otto delle     più grandi app di stalking dal Play Store.

3: contatta i servizi di assistenza per le vittimeSe non ti senti al sicuro, fidati del tuo istinto e se hai bisogno di ricevere aiuto o supporto rapidamente, non esitare a cercarlo. Se sei in grado, usa un dispositivo anonimo come un computer della biblioteca o il telefono di un amico per evitare di avvisare lo stalker.