Home Tecnologie Intelligenza Artificiale Offensive AI: i team di sicurezza si preparino

Offensive AI: i team di sicurezza si preparino

-

Tempo di lettura: 2 minuti

Forrester Consulting ha condotto per Darktrace la ricerca The Emergence Of Offensive AI, che ha rilevato come la maggior parte dei responsabili della sicurezza si stia preparando ad affrontare gli attacchi informatici alimentati dall’IA.

L’88% degli intervistati ritiene che le offensive promosse tramite l’IA siano un fenomeno inevitabile, e quasi la metà dei partecipanti al sondaggio è sicuro che le aziende si ritroveranno ad affrontare questo genere di attacchi entro un anno. Per fronteggiare gli attacchi di IA all’orizzonte, il report osserva che “sarà fondamentale utilizzare l’Intelligenza Artificiale come moltiplicatore delle proprie forze”.

La ricerca ha coinvolto decision maker che operano nell’ambito della security in aziende appartenenti a diversi settori, tra cui il retail, i servizi finanziari e l’industria manifatturiera, intervistati su temi come la velocità degli attacchi, l’impatto dell’IA utilizzata come strumento di attacco e le strategie aziendali di sicurezza messe in atto per fronteggiare le minacce più avanzate. Tra i principali risultati che emergono dal sondaggio:

  • L’88% dei responsabili della sicurezza ritiene che l’utilizzo dell’IA come strumento di attacco sia un fenomeno inevitabile;
  • Il 75% degli intervistati si aspetta che l’uso offensivo dell’Intelligenza Artificiale porti a un aumento della quantità e della velocità degli attacchi, e il 66% ritiene che il suo utilizzo porterà a nuovi attacchi imprevedibili per l’essere umano;
  • Il 75% degli intervistati ha citato i possibili danni ai sistemi aziendali e al business come le principali preoccupazioni rispetto alle conseguenze dell’utilizzo offensivo dell’Intelligenza Artificiale;
  • L’80% dei decision maker in materia di sicurezza informatica concorda sul fatto che le organizzazioni necessitano di cyber difese avanzate per combattere questo genere di Intelligenza Artificiale “armata”.

“Con il mio team, presso il Centro di Ricerca e Sviluppo di Darktrace a Cambridge, stiamo conducendo ricerche sugli attacchi che sfruttano l’IA sviluppando a nostra volta in modo sicuro questa Intelligenza Artificiale offensiva e utilizzarla per testare e rafforzare gli algoritmi di Darktrace, commenta Max Heinemeyer, Director of Threat Hunting di Darktrace. Le aziende devono implementare oggi una Cyber AI per la difesa, prima che questo tipo di utilizzo dell’AI si diffonda. Quando ci troveremo ad affrontare una guerra di algoritmo contro algoritmo, solo una risposta autonoma sarà in grado di combattere velocemente e fermare gli attacchi alimentati dell’IA a scopo offensivo.”

Lo studio dimostra perché siano necessarie le difese guidate dall’IA: “Se un’organizzazione non opera con difese abilitate dall’IA per contrastare gli attacchi promossi dalla stessa IA, come può aspettarsi di vincere? L’obiettivo è combattere questi attacchi avanzati con tattiche altrettanto sofisticate che individuano, interpretano e rispondono alla minaccia prima che causi danni reali”.

 

Redazione BitMAThttps://www.bitmat.it/
BitMAT Edizioni è una casa editrice che ha sede a Milano con una copertura a 360° per quanto riguarda la comunicazione rivolta agli specialisti dell'lnformation & Communication Technology.
  • Newsletter

    Iscriviti alla Newsletter per ricevere gli aggiornamenti dai portali di BitMAT Edizioni.

  • I più letti

    Le cause di rifiuto delle fatture elettroniche da parte della PA

    Fatture elettroniche: le cause di rifiuto da parte della PA

    Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto del Ministero dell'economia e delle finanze
    Sempre più startup nel Corporate Venture Capital italiano

    Sempre più startup nel Corporate Venture Capital italiano

    La quinta edizione dell’Osservatorio conferma la dinamica positiva dell’Open Innovation nel nostro Paese
    Banca Progetto sceglie S2E Solutions to Enterprises

    Banca Progetto sceglie la sicurezza di S2E Solutions to Enterprises

    La banca digitale specializzata in servizi a PMI e privati aumenta la sicurezza della propria infrastruttura IT
    Comoli Ferrari

    Comoli Ferrari e Sme.UP: il progetto per una gestione all’avanguardia della logistica

    L’obiettivo era quello di migliorare l’efficienza delle operazioni di logistica, velocizzare le operazioni di preparazione e spedizione, ridurre gli errori, introdurre un alto livello di automatizzazione.
    qboxmail_zoom

    Qboxmail si integra con Zoom

    Pianificare un video meeting, anche con persone esterne all’azienda, è semplice e immediato grazie all’integrazione di Zoom all’interno della Webmail di Qboxmail