L’operatore italiano offre connettività, voce, storage, hosting, crm, fatturazione elettronica ed energia

Tecnologie, competenze e radicazione nel territorio. Sono questi i pilastri di Convergenze, multi-utility italiana che opera nel settore delle telecomunicazioni e dell’energia con la volontà di consolidarsi sempre di più nel nostro Paese e non solo. Ne abbiamo parlato con l’Ing. Rosario Pingaro, presidente e ceo della società campana, divenuta primo operatore locale nel 2008, regionale nel 2011 e nazionale 2014, nonché decima azienda più interconnessa al mondo grazie anche a diverse porte di scambio traffico aperte tra cui quella di Milano, Roma, Amsterdam, Francoforte, Londra, Sofia, Los Angeles e Hong Kong.

Quando è nata Convergenze e perché?

Convergenze è nata nel 2005 a Capaccio Paestum (provincia di Salerno) con l’obiettivo di colmare il digital divide che era presente nel Cilento: all’epoca ci si poteva collegare ad Internet solo tramite l’SDN a 64k, fattore questo che causava anche enormi problemi di competitività per le imprese locali.

Avete raggiunto l’obiettivo?

Si. Negli anni abbiamo costantemente incrementato le performance di connettività tanto da investire nel 2014 nella fibra FTTH, cablando l’intera Capaccio Paestum, e i comuni di Trentinara e Albanella. Al momento stiamo progettando l’infrastruttura di altre 6 cittadine dove però non offriremo soltanto servizi Internet. Convergenze infatti, come si può intuire dal nome, non punta soltanto a fornire servizi di connettività, ma vuole essere il punto di riferimento di utenti e imprese come unico interlocutore per le Utilities.

Da cosa è composto il portfolio di Convergenze?

Oltre alla connettività broadband e ultra broadband, Convergenze garantisce servizi voce, , storage, hosting, crm, fatturazione elettronica ed energia (luce e gas), ai quali si aggiunge il progetto EVO (Electric Vehicles Only). Tutte le soluzioni offerte sono proprietarie.

offerta convergenze

Quale è il vostro punto di forza?

Oltre all’ampio portafoglio e alla possibilità di interloquire con un solo operatore, forniamo al cliente il meglio della tecnologia attraverso soluzioni open source realmente efficienti che permettono di soddisfare le esigenze di consumatori e imprese. Non solo: controllando l’intera filiera delle nostre soluzioni, i nostri tecnici possono intervenire direttamente sull’infrastruttura, garantendo così tempistiche maggiormente ridotte rispetto agli altri operatori.

Chi sono e quanti clienti avete?

Abbiamo da poco superato le 20 mila unità, la maggioranza, circa 18.000 acquistano servizi di telecomunicazione, mentre 9.000 sono legati all’ambito energetico. Il 65% del totale sono utenti residenziali e il restante partite IVA, tra cui artigiani, piccole industrie, studi professionali e realtà attive nel commercio e nel turismo.

Come fate a mantenerli e a crescere in un mercato molto instabile come quello delle telecomunicazioni?

Fidelizziamo il cliente grazie al cross-selling e puntiamo fortemente sull’innovazione che è una delle anime principali dell’azienda. Destiniamo circa il 4-5% del fatturato al dipartimento di ricerca e sviluppo che crea e testa nuovi prodotti e servizi in modo da migliorare e arricchire il portfolio di soluzioni esistenti e future. Tutto questo è possibile solo grazie alla presenza di personale altamente qualificato.

Come coltivate quindi le risorse in Convergenze?

Per aumentare le loro competenze, i dipendenti vengono formati principalmente internamene, grazie a formatori esterni e alla formazione garantita dai vertici societari che sono a loro volta periodicamente impegnati in corsi di aggiornamento a livello nazionale ed internazionale. Ad esempio, in questo momento, il responsabile della Piattaforma Digitale di Convergenze è presso la Apple Accademy per un percorso di training sullo sviluppo delle App ed il responsabile dell’innovazione è RHAT Certified Engineer, Certified Instructor, specialist in ansible automation. Ci proponiamo anche di effettuare scambi di personale (soprattutto nel settore amministrativo) con altre aziende del territorio per migliorare le best practice e condividere le competenze. Non mancano infine anche le attività di teambuilding che proponiamo ai nostri oltre 60 dipendenti per aumentare il loro senso di appartenenza e favorire il lavoro di squadra.

 

In ottica 5G cosa state facendo?

Ci reputiamo degli abilitatori: stiamo costruendo un’infrastruttura sul territorio che permetterà al 5G di essere realmente efficiente. Questo perché senza una dorsale di fibra ottica il 5G non riuscirà a portare i benefici che promette di garantire. Ci aspettiamo quindi di avere tra i nostri clienti alcuni provider nazionali ed internazionali che non presentano un’infrastruttura propria sul nostro territorio e che quindi necessitano di una rete in fibra di supporto.

Ma quindi quanta fibra avete di proprietà?

Fino ad oggi abbiamo avviato 228 Km di scavi e possediamo 500 Km di fibra ottica che prevediamo di aumentare nei prossimi anni.

Quali sono gli obiettivi per il 2020?

Accelerare la nostra crescita sia per quanto riguarda il portafoglio di servizi offerti che il numero di clienti. A fronte di un 2019 con un fatturato di circa 17 milioni di euro, prevediamo un aumento nell’anno in corso del 20-25% e di raddoppiare il fatturato nei prossimi 3 anni senza considerare eventuali acquisizioni.

Convergenze ricariche auto

State pertanto pensando ad alcune operazioni di mercato?

In una strategia di lungo periodo stiamo valutando possibili operazioni di finanza straordinaria e nel breve di crescere anche attraverso acquisizioni di aziende – non necessariamente campane – che permettano di portare valore aggiunto a Convergenze come nuovi prodotti, clientela complementare o nuove skill.

Si parla sempre più spesso di sostenibilità. Cosa state facendo al riguardo?

Siamo convinti fautori dei benefici portati dai sistemi sostenibili capaci di garantire ripercussioni economiche tangibili per tutta la comunità. In questa direzione abbiamo realizzato delle colonnine di ricarica per le auto elettriche e incentivi sulla bolletta per chi accetta di mettere i nostri pannelli solari sopra i tetti delle proprie abitazioni o aziende.

Convergenze è divenuta famosa anche per un record del mondo che ha recentemente conquistato. Quale?

Abbiamo realizzato il record mondiale per la maggiore autonomia di una Tesla dopo una sola ricarica di elettricità: il veicolo prodotto da Elon Musk ed alimentato attraverso le nostre colonnine di ricarica è stato guidato in successione da 5 risorse di Convergenze raggiungendo i 1078 km di strada percorsa con una sola ricarica.