Il Gruppo realizza piani di cybersecurity efficaci che soddisfano le mutevoli esigenze dei clienti e coprono tutta la filiera della sicurezza

Dall’ultimo rapporto Clusit emerge che gli attacchi informatici sono aumentati di oltre 10 volte rispetto a quelli del biennio precedente, con il 47% delle violazioni nel 2018 che è stato eseguito mediante tecniche sconosciute, il tutto con forti impatti economici sul business, immagine e reputazione aziendale. Ed è proprio questo il contesto nel quale le imprese italiane devono riuscire ad operare, fronteggiando oltre che criminali informatici sempre più agguerriti, nuove tecnologie, strumenti di lavoro maggiormente sofisticati (spesso ancora vulnerabili) e normative stringenti tra cui il GDPR o la direttiva NIS. La sicurezza è quindi diventata un asset sempre più strategico per la sopravvivenza stessa delle imprese.

La cybersecurity non è da considerarsi come un rischio potenziale perchè gli attacchi sono ormai una certezza il cui fattore temporale è l’unico elemento incerto. Ne consegue pertanto che ogni realtà aziendale debba prendersi cura del proprio patrimonio informativo per prevenire ingenti danni economici, il blocco dei servizi o penali contrattuali. La sicurezza non è più quindi soltanto un mezzo per mitigare il rischio, ma deve essere un asset strategico per la crescita delle aziende” ha spiegato Giulia Cabianca, senior advisor di Lutech, azienda italiana che offre servizi e soluzioni ICT per supportare i clienti nel loro percorso di trasformazione digitale.

La sicurezza informatica secondo Lutech

In ambito cybersecurity Lutech garantisce un approccio olistico attraverso la realizzazione di un vero e proprio piano di sicurezza informatica efficace: come prima cosa il Gruppo Italiano esegue un assesment mirato sull’impresa per capirne da una parte le esigenze e dall’altra stabilire quali sono le criticità e gli elementi di debolezza da dover tenere in considerazione. Sulla base di queste analisi Lutech progetta una strategia tailor made proponendo le tecnologie più adatte all’ottimizzazione dei processi interni del cliente. A tutto questo si aggiunge anche la formazione dei dipendenti e un rapporto continuativo nel tempo.

La realizzazione di un progetto completo a 360° è possibile grazie al Next-Generation Security Operation Center (NG SOC) di Cinisello Balsamo (MI) dove sono presenti 300 postazioni di ingegneri e personale qualificato, attive 24 ore al giorno, sette giorni su sette. La struttura è capace di affrontare adeguatamente tutte necessità della filiera della cybersecurity con l’obiettivo di individuare e rispondere agli attacchi prima che impattino sul business, ma anche ridurre i downtime grazie alla ridondanza e all’automazione dei processi. L’NG SOC, che opera basandosi su standard come l’ISO 270001, mira inoltre ad ottimizzare i costi e mantenere il Total Cost of Ownership.