Home Vertical FinanceTech Nasce Global Payments S.p.A. da Tas Group

Nasce Global Payments S.p.A. da Tas Group

-

Tempo di lettura: 2 minuti

TAS comunica che è stato posto un tassello importante del processo di riorganizzazione societaria, comunicato in data 18 luglio 2019, con il conferimento del ramo d’azienda relativo alla divisione pagamenti attualmente in capo alla stessa TAS (il “Ramo Pagamenti”) alla NewCo interamente controllata e costituita in data 26 luglio 2019, denominata Global Payments S.p.A. (“Global Payments”), che diventa così operativa.

L’operazione, avvenuta in data odierna, ha previsto una delibera da parte dell’assemblea di Global Payments S.p.A. di un aumento di capitale in natura, riservato al socio unico TAS che ha integralmente sottoscritto l’aumento mediante conferimento a Global Payments del ramo d’azienda di TAS relativo alla “Business Unit Pagamenti”. Nel dettaglio, l’assemblea di Global Payments ha deliberato di aumentare il capitale sociale da Euro 50.000,00 a Euro 6.000.000,00, tramite emissione di n. 5.950.000 azioni, con sovrapprezzo complessivo di Euro 18.389.018,60, per un totale di Euro 24.339.019,60 pari al valore contabile del compendio conferito.

Il conferimento e la sottoscrizione dell’aumento di capitale saranno efficaci alle ore 00.00 del giorno 1 gennaio 2020.

L’operazione rientra nel progetto di riorganizzazione nazionale ed internazionale del Gruppo TAS, con l’obiettivo di dotare la società dei mezzi organizzativi e di brand capaci di accrescere il valore del Gruppo attraverso una maggiore focalizzazione verticale sul business sia per settore sia per area geografica e consentire così migliori economie di scala e specializzazioni. Inoltre, con questa organizzazione si punta a facilitare eventuali operazioni di partnership industriali e/o finanziarie.

Si precisa che al 31 dicembre 2018, la BU Pagamenti di TAS ha generato ricavi “core” di circa Euro 30 milioni, pari a circa il 65% dei ricavi consolidati totali “core” del Gruppo TAS. TAS ha esperito le procedure sindacali relativamente al trasferimento dei dipendenti della business unit a Global Payments, e al momento l’operazione è subordinata al rilascio dei necessari consensi di alcune controparti, ai sensi dei relativi contratti che costituiranno oggetto di conferimento in Global Payments.

Il piano industriale di Global Payments prevede una crescita del fatturato pari a ca. 7% (CAGR 19-22) nei prossimi anni, principalmente per effetto della crescita della vendita dei nuovi prodotti frutto degli investimenti effettuati, e di raggiungere un Ebitda margine a fine 2022 di circa il 43%. L’incremento della marginalità riflette la strategia che il Gruppo TAS sta implementando da tempo per posizionarsi sempre più come società “prodotto” specializzata nei mercati del Fintech.

Redazione BitMAThttps://www.bitmat.it/
BitMAT Edizioni è una casa editrice che ha sede a Milano con una copertura a 360° per quanto riguarda la comunicazione rivolta agli specialisti dell'lnformation & Communication Technology.
  • Newsletter

    Iscriviti alla Newsletter per ricevere gli aggiornamenti dai portali di BitMAT Edizioni.

  • I più letti

    smart working

    Smart working: NFON sostiene le imprese italiane

    Le soluzioni dell'azienda tedesca sono cloud ready, facilmente scalabili e adatte a qualunque tipologia di azienda
    Back to school: un autunno caldo per la cybersecurity

    Back to school: un autunno caldo per la cybersecurity

    Il budget scarso che gli istituti scolastici investono nella sicurezza rende vulnerabili sistemi e dispositivi
    GoSign Grapho: firme grafometriche raccolte via tabletm infocert

    InfoCert acquisisce il 16,7% della tedesca Authada

    InfoCert firma un accordo strategico per acquisire il 16,7% di Authada, identity provider tedesco all'avanguardia
    Ignite 2020: le novità Microsoft per la trasformazione digitale

    Ignite 2020: le novità Microsoft per la trasformazione digitale

    Nuovi strumenti e servizi per rispondere all’emergenza sanitaria e affrontare con successo la fase di ripresa
    Accelera l'adozione dell'AI per il monitoraggio infrastrutturale

    Covid: accelera l’adozione dell’AI per il monitoraggio infrastrutturale

    Nel 2020 il mercato vale 240 milioni di euro, il 20% in più rispetto al 2019