L’azienda approfitterà dell’importante appuntamento fieristico per presentare al pubblico tutte le sue novità

Qualcomm presenta la piattaforma Snapdragon 855 Plus

In occasione dell’importante appuntamento internazionale del World Mobile Congress di Barcellona, Qualcomm Technologies presenterà al pubblico tutte le sue più importanti novità.

Snapdragon X55, il modem 5G New Radio di seconda generazione

Snapdragon X55 è un modem multimode con chip singolo a 7 nanometri integrato che supporta connettività dal 2G al 5G, bande di spettro mmWave e sub-6 GHz con velocità di download fino a 7 gigabit al secondo (Gbps) e di upload di 3 Gbps in 5G, oltre a LTE di Categoria 22 con velocità di download a 2,5 Gbps. Il modem 5G Snapdragon X55 è progettato per favorire il rollout su scala mondiale del 5G grazie al supporto per tutte le principali bande di frequenza – sia mmWave che sub-6 GHz, o modalità operative TDD e FDD, oltre che implementazioni di rete di tipo standalone (SA) e non standalone (NSA) – offrendo flessibilità e abilitando praticamente tutti i tipi di implementazione a livello globale. Oltre a implementazioni in bande di frequenza greenfield allocate per il 5G, il modem Snapdragon X55 è stato sviluppato per supportare la condivisione dello spettro dinamico tra il 4G e il 5G, permettendo agli operatori di accelerare le implementazioni 5G utilizzando le infrastrutture 4G esistenti e garantire così in modo dinamico.

“Grazie alla nostra piattaforma 5G mobile di prima generazione, Qualcomm Technologies sta guidando i primi annunci in campo 5G. Vantando una significativa evoluzione in termini di capacità e prestazioni, il nostro modem commerciale 5G di seconda generazione è una vera prova della maturità e della leadership in questo ambito. Ci aspettiamo che la nostra piattaforma 5G acceleri la disponibilità commerciale di questa nuova tecnologia e supporti praticamente tutti gli annunci mobile del 2019, assicurando un contributo fondamentale all’espansione globale del 5G”, ha affermato Cristiano Amon, president, Qualcomm Incorporated.

Soluzioni 5G RF front-end di seconda generazione per dispositivi mobili 5G

Le nuove soluzioni 5G RF front-end di seconda generazione per dispositivi mobili 5G multimode sono più efficienti e più eleganti. I miglioramenti all’interno dell’intero portfolio consolidano la leadership dell’azienda in ambito RF e aiutano gli OEM a commercializzare rapidamente dispositivi 5G altamente performanti.

Seconda generazione di soluzioni RF front-end (RFFE) per dispositivi mobili 5G multimode

I nuovi prodotti rappresentano una soluzione RF completa progettata per funzionare con il nuovo modem 5G Qualcomm Snapdragon X55, offrendo un sistema completo modem-to-antenna per dispositivi mobili 5G altamente performanti che supportano bande di spettro sub-6 GHz e millimiter wave (mmWave).

“Gli OEM affrontano una serie di sfide di design legate al 5G. La necessità di supportare operazioni multimode dal 5G al 2G, insieme a un numero sempre crescente di combinazioni di bande, implica una complessità senza precedenti”, ha affermato Cristiano Amon, president, Qualcomm Incorporated. “Il modem discreto o le soluzioni RF non sono più sufficienti. Qualcomm Technologies è unica nel settore della telefonia mobile a offrire una soluzione completa modem-to-antenna. Siamo all’avanguardia in tutti gli aspetti del 5G e pronti a offrire ai nostri clienti queste funzionalità per aiutarli a commercializzare la prima ondata di dispositivi 5G quest’anno“.

Nuove reti test di tipo Over-the-Air 5G end-to-end per guidare l’innovazione in ambito 5G

Qualcomm annuncia anche un ampliamento delle sue reti di prova 5G per includere nuove configurazioni over-the-air (OTA) end-to-end per bande di spettro sub-6 GHz e millimiter wave (mmWave). Disponibili presso le sedi di ricerca e sviluppo (R&D) di Qualcomm Technologies a San Diego in California e a Bridgewater nel New Jersey, le nuove reti 5G consentiranno a Qualcomm Technologies di convalidare i nuovi progetti conformi alle specifiche della Release 16+ del 3GPP prima della standardizzazione, perfezionare gli algoritmi e le tecnologie 5G per migliorarne ulteriormente le prestazioni, oltre che testare e dimostrare le funzionalità emergenti di edge computing tra cui eXtended reality (XR) a bassa latenza e dar prova delle funzionalità 5G non ancora implementate. Le reti di prova andranno a completare gli esistenti test di interoperabilità (IoDT) e consentiranno all’azienda di acquisire una vasta esperienza attraverso la convalida a livello di sistema OTA dei progetti R&D avanzati di Qualcomm Technologies in ambito 5G in vista di più ampie collaborazioni all’interno dell’ecosistema.

“Queste reti di prova si inseriscono nella strategia Qualcomm Technologies di continuare a investire per offrire tecnologie 5G per smartphone, tablet, PC always-connected, nonché applicazioni in ambito eXtended reality (XR), automotive e IoT industriale. Si tratta di un progresso importante per l’ecosistema 5G”, ha dichiarato John Smee, vice president, engineering, Qualcomm Technologies, Inc. “Riteniamo che queste reti di prova e la nostra esperienza a livello di sistema contribuiranno ad accelerare l’innovazione che è fondamentale per guidare le tecnologie 5G NR verso le implementazioni per le bande di spettro sub-6 GHz e millimiter mmWave in arrivo quest’anno.”

L’evoluzione della tecnologia 5G NR con nuove applicazioni e casi d’uso estesi

Qualcomm porterà al Mobile World Congress 2019 di Barcellona anche le avanzate tecnologie 5G New Radio (NR) per presentare la sua roadmap e la sua ampia gamma di innovazioni e soluzioni basate sulla tecnologia 5G implementata in nuove applicazioni e casi d’uso. Le demo live evidenzieranno l’utilità dell’uso esteso della banda larga mobile (eMBB) di Qualcomm Technologies su smartphone basati su 3GPP Release 15 (R15) e illustreranno nuovi casi d’uso che espandono il 5G NR a nuovi settori su standard 3GPP Release 16 e oltre.

“Continuiamo a promuovere nuove innovazioni tecnologiche che introdurranno nuovi livelli di prestazioni ed efficienza e un uso più ampio della tecnologia 5G NR”, ha affermato John Smee, vice president, engineering, Qualcomm Technologies, Inc. “Ciascuna di queste demo conferma come le nostre simulazioni avanzate e i test over-the-air stiamo ampliando in maniera estensiva l’implementazione del 5G NR come nei casi del mmWave indoor a livello enterprise, XR senza limiti, IoT industriale, condivisione dello spettro e C-V2X.”