Operativa l’infrastruttura installata oltreoceano per collegare gli USA all’Africa

Tempo di lettura: 2 minuti

VueTel, azienda italiana specializzata in servizi di telecomunicazioni internazionali, attraversa l’oceano e dà vita a VueTel Usa. L’infrastruttura tecnologica che installata negli Usa è diventata operativa, ed è quindi pronta a offrire servizi internazionali di transito internet (IP Transit), linee dedicate internazionali (IPLC), Circuiti Ethernet dedicati (EthLink) e reti private virtuali (IP Vpn) oltre ai servizi di transito voce internazionale. La sede operativa si trova a Holmdel, in New Jersey, nell’edificio ristrutturato che storicamente ospitava i laboratori di Bell Labs, mentre le infrastrutture tecnologiche sono situate a New York, nella prestigiosa sede di 60 Hudson Street.

L’obiettivo per VueTel Usa, i cui mercati di riferimento sono rappresentati da Nord Africa e Africa Subsaharina, è quello di investire oltre 1 milione di euro per ampliare i suoi servizi wholesale voce e dati. Il gruppo punta a posizionarsi come player di mercato innovativo, capace di fornire servizi sicuri e sistemi antifrode basati su principi di intelligenza artificiale e applicati alla gestione delle comunicazioni voci e dati internazionali.

“Con lo sbarco ufficiale oltreoceano, il nostro focus diventa quello di fornire agli Stati Uniti servizi dati dedicati alle imprese di grandi dimensioni e alle corporation – spiega Emanuela Bevilacqua, Vice Presidente di VueTel Usa – Siamo consapevoli del fatto che andiamo ad operare in un mercato dominato da grandi player statunitensi che vantano una rete molto sviluppata a livello globale, ma questi stessi carrier spesso non hanno un focus concentrato sull’Africa e, quindi, non forniscono servizi direttamente verso i paesi africani. In virtù del fatto che i nostri mercati di riferimento sono proprio i paesi del Mediterraneo e dell’Africa sub-Sahariana, possiamo dire di possedere un bagaglio di conoscenza significativa e di esperienza notevole in territori dove siamo presenti e attivi ormai da diversi anni.”

Con l’attivazione del PoP di New York – dopo i nodi principali di Londra, Parigi, Marsiglia, Milano, Palermo – VueTel si consolida come punto di riferimento a livello internazionale per il mercato wholesale voce-dati verso il continente africano. Tra i paesi africani in cui il gruppo è presente vi sono: Tunisia, dove ha costituito la locale “VueTelSi”, Egitto, Algeria, Libia, Benin, Togo, Niger, Mali, Ghana, Nigeria, Burkina Faso e Angola.

Vuetel Usa sta poi facendosi strada nel mondo dell’Industria 4.0, puntando a sviluppare servizi avanzati per le telecomunicazioni basati su Intelligenza Artificiale e Machine Learning. “Per VueTel, che ha nel proprio background un profondo know how tecnologico – commenta ancora Emanuela Bevilacqua – diventa estremamente stimolante operare in un settore tra i più competitivi negli Stati Uniti”.