L’iniziativa di Open Innovation Gruppo Maccaferri Connect, che ha coinvolto tre delle sub-holding del gruppo – Gruppo SAMP Spa, SECI Energia Spa, e Naturalia Ingredient Srl – si è concluso ieri con successo: la Call for Innovation, ideata e sviluppata dall’innovation hub JCube, (incubatore d’innovazione sempre appartenente al Gruppo Industriale Maccaferri) ha generato la presentazione di circa 200 progetti d’interesse.

I progetti sono stati valutati alla luce dell’obiettivo di individuare soluzioni innovative per supportare le sub holding nelle sfide future. Dopo aver analizzato le necessità delle aziende, sono state selezionate tre iniziative che hanno realizzato un percorso di accelerazione e hanno ricevuto un premio, del valore di 10.000 euro (consegnato durante la giornata di workshop):

  • APIO, startup marchigiana attiva nell’ambito dell’Internet of Things. APIO ha potuto lavorare a una collaborazione con il Gruppo SAMP che riguarderà le tematiche della Smart Factory, attraverso la digitalizzazione di alcuni processi in chiave Industry 4.0.
  • Egg Technology, che opera nelle soluzioni di cogenerazione di energia elettrica. Lo spin off dell’Università di Camerino ha proposto l’istallazione e il testing del proprio innovativo sistema di cogenerazione di energia elettrica all’interno di uno degli spazi del Gruppo Maccaferri.
  • il Gruppo di Ricerca del Dipartimento di Scienze della Vita dell’Università di Modena e Reggio Emilia e CNR Nanotech di Lecce. Il gruppo ha puntato sullo sviluppo industriale di estratti naturali per la creazione di nuovi ingredienti alimentari nell’ottica di ampliare la gamma di prodotti offerti da Naturalia Ingredients.

“Questa iniziativa è stata un’importante esperienza che conferma l’opportunità dell’Open Innovation anche per gruppi industriali manifatturieri”, dichiara Massimo Maccaferri, Presidente di JCube e board member di SECI Holding. “Siamo soddisfatti della call e delle iniziative che abbiamo potuto individuare e siamo consapevoli degli ulteriori step che dovranno essere realizzati (testing, piloting, ulteriori verifiche tecniche, due diligence, etc.) per il buon esito dei progetti e la piena collaborazione con le sub-holding del Gruppo.”

Un importante contributo è stato svolto anche dai partner dell’iniziativa, interlocutori di primo livello dell’ecosistema dell’innovazione italiano e non solo: Premio Gaetano Marzotto, Italia Startup, APSTI, Startup Italia, Fondazione Brodolini, Tech Shop.​