Tra i dati rubati da AnonPlus, anche informazioni su Matteo Renzi e altri funzionari

Aumenta l'impatto finanziario dei data breach

Secondo FireEye iSIGHT Intelligence, il 4 febbraio 2018, il Gruppo attivista AnonPlus, affiliato ad Anonymous Italia, ha trafugato un database del Partito Democratico Italiano contenente informazioni personali sugli appartenenti al Partito registrati a Firenze.

Il 4 febbraio 2018, AnonPlus ha twittato che ha trafugato una lista completa di iscritti al Partito Democratico in Italia ed ha fornito un link per scaricarne i dati pubblicando, inoltre, uno screenshot che mostrava dati su Matteo Renzi, ex Presidente del Consiglio dei Ministri e attuale Segretario del Partito Democratico.

Il link fornito da AnonPlus punta ad un archivio .zip di 280 KB intitolato “iscritti_pd_pd_fi.zip”, ospitato su una sottopagina del dominio www.hotelfrontera[.]cl, il sito internet di un hotel in Cile. I dati trafugati sono costituiti da 2.652 file di informazioni personali tra cui nome e cognome, indirizzo e-mail, data di nascita, città di nascita e numero di telefono (linea fissa e cellulare). Sono stati incrociati molti dei nomi e altre informazioni contenuti nei dati con i record pubblicamente disponibili. Che non risultavano essere stati pubblicati precedentemente on-line, limitata indicazione che si tratta di un documento autentico. Il 5 febbraio il sito del Partito Democratico di Firenze mostrava un messaggio di errore relativo alla banca dati SQL quando si provava ad accedere al sito; questa è una potenziale indicazione di un attacco di SQL injection.

AnonPlus, motivato principalmente da un’ideologia anti-establishment, è risultato molto attivo negli ultimi mesi con una particolare attenzione ai siti web del Governo Italiano.