La Blockchain rivoluziona il settore degli immobili

5049

Una blockchain immobiliare potrebbe registrare tutta la storia finanziaria di un immobile garantendo una maggiore stabilità al mercato immobiliare

La blockchain, la rivoluzionaria infrastruttura tecnologica che consente di registrare le transazioni in Bitcoin in maniera certa e sicura tramite dati criptati, potrebbe presto rivoluzionare anche il mercato immobiliare.

Fino ad oggi nel settore immobiliare le promesse di vendita, i compromessi e gli atti di vendita sono stati trascritti presso i registri dell’ufficio pubblico della conservatoria dei registri.

In particolare la maggior parte delle promesse di vendita non viene registrata esponendo i compratori a potenziali rischi nel caso di comportamenti fraudolenti del venditore. Secondo Ivan Laffranchi, Ceo e fondatore della startup di compravendita immobiliare Homstate,”la blockchain è la soluzione definitiva a questo problema“.

Sarebbe possibile costruire ad esempio una blockchain parzialmente pubblica attraverso la quale operatori del settore come agenti immobiliari, piattaforme come Homstate.it e notai potrebbero registrare tutti i preliminari offrendo la possibilità al pubblico di verificare lo stato di un certo immobile in tempo reale. Creata l’infrastruttura sarebbe sufficiente che ogni compratore richiedesse la registrazione del contratto sulla blockchain immobiliare tutelando sé stesso e gli altri utenti sul mercato“.

All’interno di un blocco la transazione non potrebbe più essere alterata e chiunque potrebbe verificare lo stato di un immobile prima di procedere con l’acquisto. Ma non solo.

Una blockchain immobiliare potrebbe registrare tutta la storia finanziaria di un immobile garantendo una maggiore stabilità al mercato immobiliare.

Homstate.it, che in questo momento sta concentrando gli sforzi per offrire ai proprietari uno strumento di vendita a tariffa fissa sempre più efficace, potrebbe per l’estate rilasciare uno strumento con il quale gli accordi presi nei compromessi di vendita dei clienti della piattaforma e degli altri operatori esterni potrebbero essere registrati su una blockchain dedicata.

Una blockchain immobiliare potrebbe persino sostituire la conservatoria dei registri.

Secondo il fondatore di Homstate infatti “una blockchain immobiliare potrebbe totalmente soppiantare l’attuale sistema della conservatoria dei registri rendendo il sistema più affidabile, veloce e tracciabile. Nel nostro continente la Cecoslovacchia è tra le nazioni più attive con progetti governativi che usano il sistema delle blockchain ad esempio“.

I settori che potrebbero essere rivoluzionati dall’invenzione di Satoshi Nakamoto sono tanti e l’immobiliare potrebbe essere uno di questi.

Come funziona la blockchain

La blockchain è un registro, come i libri mastri che venivano usati un tempo, condiviso tra più computer chiamati nodi e collegati tra loro sulla rete internet. Il grande vantaggio di avere un registro condiviso o meglio duplicato e aggiornato in tempo reale tra più entità è la certezza dell’integrità delle informazioni registrate.

Per quanto riguarda le transazioni economiche è chiaro che un elemento fondamentale della blockchain è l’autenticità dell’operazione finanziaria garantita dal fatto che ogni registrazione prima di essere trascritta sul registro deve ottenere la conferma del 51% dei nodi della blockchain prima di essere confermata e autorizzata.

Inoltre come dice il nome stesso, la blockchain è una catena di blocchi. Blocchi di cosa? Blocchi di dati. Al momento ogni blocco può contenere fino a 2.500 transazioni finanziarie. Ogni transazione (Timestamp) viene memorizzata all’interno di un blocco (Block).

Successivamente attraverso un sistema basato sulla criptazione viene generato un codice univoco chiamato hash che permette di correlare ogni singolo blocco al blocco precedente e a quello successivo garantendo l’inalterabilità delle informazioni registrate.

Il sistema della blockchain o meglio delle blockchain può memorizzare milioni di transazioni finanziarie, ma anche dati o informazioni di altra natura.