Se i propri dati vengono presi in ostaggio, il modo migliore per riprenderne il controllo è tornare all’ultimo backup prima dell’infezione

backup

A seguito dell’attacco malware registrato nel fine settimana appena trascorso, Vincenzo Costantino, Emea South Technical Services Director, Commvault, ha dichiarato:

L’unica difesa realmente efficace contro il ransomware è il backup. Come tutte le organizzazioni colpite lo scorso fine settimana hanno potuto verificare, gli hacker saranno sempre un passo avanti rispetto a ogni software di threat detection. Troppe le armi a loro disposizione, a cominciare dalla preparazione media dei dipendenti… Se i propri dati vengono presi in ostaggio, il modo migliore per riprenderne il controllo è tornare all’ultimo backup prima dell’infezione. E il miglior piano di sicurezza contro il ransomware è una soluzione centralizzata, che impedisca agli attacchi di toccare i dati di cui è stato fatto il backup, con la garanzia che possano essere recuperati in caso di crisi. Pare che non tutte le organizzazioni interessate avessero un piano del genere, questa potrebbe essere l’occasione di considerare l’opportunità di definirne uno a livello preventivo.”