Home News Italiani, lavoratori egoisti

Italiani, lavoratori egoisti

-

Tempo di lettura: 2 minuti

Per anni la parola collaborazione è stata usata come parola d’ordine nel mondo del lavoro in ufficio, ma secondo la nuova ricerca condotta da Sharp, per gli impiegati europei è un’ambizione piuttosto che una realtà. Il 41% degli impiegati dichiara, infatti che i loro colleghi dimenticano di condividere importanti informazioni o documenti, con conseguente perdita di tempo e opportunità, oltre a potenziali perdite di guadagno.

Il 40% delle persone ritiene che la tecnologia in ufficio, in realtà, renda difficile condividere le informazioni.

L’indagine svolta su oltre 6000 impiegati in Europa ha fatto emergere la mancanza del lavoro di squadra e l’uso di abitudini egoistiche che vanno dal dimenticare di condividere informazioni, dal lasciare le stampe nel vassoio della stampante (55%) fino a cambiare le password o i diritti di accesso senza comunicarlo ai colleghi (22%)

Ecco le peggiori abitudini:

  1. Lasciare le stampe nel vassoio della stampante (55%)
  2. Non ricaricare la stampante quando la carta si esaurisce (51%)
  3. Lasciare schermi e proiettori accesi (43%)
  4. Parlare contemporaneamente durante le riunioni (41%)
  5. Ignorare le caratteristiche della tecnologia d’ufficio condivisa (39%)
  6. Spostare i documenti e creare nuove cartelle (40%)
  7. Cambiare la temperature dell’aria condizionata (38%)
  8. Continuare a scrivere al computer durante una telefonata/conference call (36%)
  9. Modificare o non utilizzare i template aziendali (30%)
  10. Non effettuare il log out nei PC delle sale riunioni (30%)

Il 17% degli impiegati europei, nonostante noti queste cattive abitudini tra i colleghi, preferisce non fare nulla per risolvere il problema, il 22% decide di lasciare un avviso in una zona comune e il 19% invia una mail ai suoi colleghi per lamentarsi.

“La maggior parte di noi riconoscerà queste brutte abitudini come normale prassi nella vita di ufficio, ed è più facile conviverci che cercare di ottenere dei cambiamenti” – dichiara un portavoce Sharp – “Ma c’è un problema serio dietro queste rivelazioni. Se un ambiente di lavoro non è pronto a promuovere il lavoro di squadra e a condividere informazioni, si rischiano di perdere importanti opportunità di crescita. Quante delle informazioni che gli impiegati hanno dimenticato di condividere avrebbero portato nuove opportunità di lavoro, risparmio di costi o nuove idee?

“La collaborazione è un fattore essenziale perché un gruppo di lavoro sia soddisfatto, creativo e produttivo e le imprese possono incoraggiare un atteggiamento collaborativo attraverso la tecnologia di cui dotano l’ufficio. Sappiamo che una tecnologia adeguata è in grado di trasformare il modo di lavorare, assicurando che tutti abbiano accesso alle informazioni di cui necessitano.”

Redazione BitMAThttps://www.bitmat.it/
BitMAT Edizioni è una casa editrice che ha sede a Milano con una copertura a 360° per quanto riguarda la comunicazione rivolta agli specialisti dell'lnformation & Communication Technology.
  • Newsletter

    Iscriviti alla Newsletter per ricevere gli aggiornamenti dai portali di BitMAT Edizioni.

  • I più letti

    Compagnie aeree, la chiave per la ripresa è la digitalizzazione

    Compagnie aeree, la chiave per la ripresa è la digitalizzazione

    Automazione, robotica e dispositivi wearable consentiranno l'ottimizzazione del flusso di lavoro
    Strategie di workplace: occorre un maggior coinvolgimento dei dipendenti

    Strategie di workplace: occorre un maggior coinvolgimento dei dipendenti

    Le aziende devono considerare ogni aspetto della strategia di workplace: cultura, tecnologia e luoghi di lavoro
    startup business gestione personale

    Startup business: investi sulla gestione del capitale umano

    Factorial fornisce un software HR all-in-one, per una gestione a 360° del capitale umano.
    Account takeover in aumento, raddoppieranno in 3 anni

    Account takeover in aumento, raddoppieranno in 3 anni

    La chiave per proteggersi da questi attacchi informatici è l’analisi delle relazioni interpersonali via mail
    Lavoro ibrido e consumerizzazione dell'IT

    Lavoro ibrido e consumerizzazione dell’IT

    Le esigenze di utenti finali e IT manager possono conciliarsi per dare vita a soluzioni vantaggiose per tutti