Home News Viaggi: cosa cambia dopo il Brexit?

Viaggi: cosa cambia dopo il Brexit?

-

Tempo di lettura: 2 minuti

Il 23 Giugno e’ stato un giorno storico per l’Europa, la Gran Bretagna ha votato per uscire dall’UE. 

Le vacanze estive sono dietro l’angolo e i turisti in partenza o arrivo in Gran Bretagna si chiedono se sia cambiato qualcosa a livello di diritti dei passeggeri aerei. 

Nel Regno Unito e’ previsto un decremento dei passeggeri del 3-5% entro il 2020 come predice lo “ IATA Brexit report”, Danilo Campisi (Manager di AirHelp) si esprime cosi’ sul voto: “Anche se sono deluso dal voto del popolo britannico, UE261 continuerà a proteggere i passeggeri che volano dentro e fuori del Regno Unito per gli anni a venire ancora, e noi continueremo a lottare per il loro compenso legittimo in caso di problemi con i loro voli”. 

Per rendere piu’ comprensibile la situazione abbiamo risposto a 2 domande fondamentali. 

1. Ho ancora diritto ad avere un risarcimento in caso di partenza o arrivo nel Regno Unito ? 

Assolutamente si ! Nonostante il voto infatti ci vorranno almeno 2 anni perche’ la situazione diventi esecutiva e quindi efficace.

2. Che cosa accadra’ ai diritti dei passeggeri una volta che Brexit sara’ ufficiale ? 

Difficile saperlo con cosi’ tanto anticipo, abbiamo provato a fare diverse ipotesi ed e’ piu’ che probabile che verra’ mantenuta una certa tutela per i passeggeri. Inoltre, quei passeggeri che viaggiano dall’Italia verso il Regno Unito e viceversa su una compagnia aerea con sede nell’UE – come Ryanair, Alitalia, Air France, KLM, Lufthansa, ecc – continueranno ad essere coperti dalle tutele dell’UE26. Secondo la legge, se si vola all’interno o all’esterno di un paese non UE con una compagnia aerea dell’UE, si ha diritto al risarcimento da parte della compagnia aerea se il volo è in ritardo, cancellato o in overbooking.
Conclusioni: 

Mentre il Brexit solleva molte domande per gli inglesi che si recano all’estero e per gli europei che viaggiano nel Regno Unito, al momento con assoluta certezza non c’è bisogno di preoccuparsi per la perdita dei diritti dei passeggeri aerei nel Regno Unito. 
Per coloro che viaggiano all’interno o all’esterno del Regno Unito questa estate, tenere a mente che è meglio conoscere i propri diritti prima della partenza per poter essere pienamente consapevoli delle vostre opzioni nel caso in cui il volo sia in ritardo o cancellato. 
 

 

Redazione BitMAThttps://www.bitmat.it/
BitMAT Edizioni è una casa editrice che ha sede a Milano con una copertura a 360° per quanto riguarda la comunicazione rivolta agli specialisti dell'lnformation & Communication Technology.
  • Newsletter

    Iscriviti alla Newsletter per ricevere gli aggiornamenti dai portali di BitMAT Edizioni.

  • I più letti

    10 motivi per adottare un programma di ITM

    10 motivi per adottare un programma di Insider Threat Management

    Il forte aumento delle minacce interne negli ultimi anni richiede un approccio del tutto nuovo
    C-level, in Italia le retribuzioni più basse dopo la Cina

    C-level, in Italia le retribuzioni più basse

    Meno pagati solo i cinesi. I paesi europei che retribuiscono meglio Ceo e C-Level sono Germania e Svizzera
    GPAI, il Partenariato Globale sull'Intelligenza artificiale

    Webinar: Intelligenza artificiale e responsabilità dell’ingengere

    L’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Milano e UNI Ente Italiano di Normazione ti invitano martedì 29 settembre 2020 dalle ore 16.00 alle ore 19.00 al webinar
    TikTok ha scelto Oracle come fornitore di cloud sicuro

    TikTok ha scelto Oracle come “fornitore di cloud sicuro”

    Oracle Corporation  ha annunciato di essere stata scelta per diventare il fornitore di tecnologia cloud sicuro di TikTok.  Questa decisione tecnica di TikTok è...
    HORIZON 2020: Kaspersky presenta CitySCAPE

    HORIZON 2020: Kaspersky presenta CitySCAPE

    I due progetti pilota per la protezione dell’ecosistema dei trasporti multimodali a Genova e Tallinn