Tempo di lettura: 3 minutiOrmai non sono più un settore emergente ma una realtà finanziaria alquanto affermata, oltre che un mezzo di pagamento largamente accettato online e in diversi negozi fisici. I Bitcoin e tante altre criptovalute, dopo una decina d’anni dal primo lancio, sono ormai parte integrante del portfolio di ogni trader che si […]

futuro delle criptovalute
Tempo di lettura: 3 minuti

Ormai non sono più un settore emergente ma una realtà finanziaria alquanto affermata, oltre che un mezzo di pagamento largamente accettato online e in diversi negozi fisici. I Bitcoin e tante altre criptovalute, dopo una decina d’anni dal primo lancio, sono ormai parte integrante del portfolio di ogni trader che si rispetti.

Per quanto riguarda il grande pubblico, le monete virtuali sono ancora viste come un’opportunità di trading molto rischiosa e riservata solo ai veri esperti. In realtà, sono alla portata di tutti e tanti sono i progetti di coaching dedicato al trading, spesso associato ad altre discipline come il poker, per approfondire meglio questo fenomeno che in futuro farà parte della vita di tutti.

criptovalute bitcoin

La grande attrattiva

Ciò che ha determinato la fortuna di alcune cripto valute è la possibilità di poterle scambiare in modo anonimo ma anche con un elevato livello di sicurezza. Infatti, la crittografia che sta dietro la blockchain, ossia la rete che sostiene la rete di scambio, è una delle più impenetrabili del mondo: ed è basata sull’algoritmo ECDSA. Un altro punto di forza è il fatto che i guadagni ricavati dal loro scambio non sono tassabili, perché non sono ancora considerate denaro a tutti gli effetti.

Se non si vuole vivere il pathos generato dalla loro estrema volatilità, con il rischio di veder sfumare il proprio investimento in poche ore, anche se in passato il loro mercato ha fatto arricchire i più coraggiosi, oggi c’è la possibilità di usarle come mezzo di risparmio. Tra le oltre duemila monete virtuali ci sono anche le stable coin, ovvero delle criptovalute agganciate al valore del dollaro americano e dell’euro, che mantengono la loro quotazione pressoché stabile. Tra le più popolari Paxos Standard, Tether e USD Coin.

I conti di risparmio

Diverse compagnie hanno cominciato a offrire dei conti di risparmio utilizzando un portfolio di cripto valute selezionate per offrire un ritorno costante a ogni investitore. Tra i servizi più apprezzati dagli utenti ci sono:

BTCPop: nata nel 2014 come piattaforma di prestito di cripto valute tra utenti, si è poi evoluta come fornitore di servizi cripto-finanziari. Tra i tanti un conto di risparmio, da aprire in pochi minuti, che carica degli interessi giornalieri.

Nebeus: piattaforma di prestiti basata a Londra che garantisce interessi mensili sulla somma depositata sul conto, con un tasso annuale dell’8,45%. Il deposito minimo richiesto è di soli 100 euro.

You HODLer: basato a Cipro, offre alcune opzioni d’investimento con vari livelli di rischio corrispondenti a diversi tassi d’interesse.

Crypto.com: ampia la gamma di servizi finanziari legati alle cripto valute di questa piattaforma. Il loto conto di risparmio è chiamato “Crypto Earn” e offre un tasso annuo fino al 12%.

BlockFi: questo fornitore di servizi statunitense di criptovalute non richiede un deposito minimo e permette di guadagnare degli interessi fin da subito, basta una veloce registrazione.

L’interesse dei Big

Oltre alle offerte di questi pionieri del crypto banking, anche gli storici colossi della finanza si stanno interessando al fenomeno. La banca JPMorgan Chase ha iniziato a collaborare con due principali exchange di cripto valute, come Coinbase e Gemini, offrendo loro i propri servizi bancari. Forse fiutando la possibilità offerta dai tanti negozi online e catene come Starbucks che sembrano orientata ad accettare Bitcoin e similari come forma di pagamento. Addirittura, qualcuno vorrebbe tentare di creare una mega cripto moneta sfruttando la sua estrema popolarità sul web: Facebook ha già presentato il suo progetto Libra, che se andasse in porto trasformerebbe questo social network nel più grande gestore di scambi in cripto valute.

bitcoin

Oltre ai tanti e indubbi vantaggi delle criptovalute, bisogna conoscere bene anche i rischi connessi a questo nuovo modo di concepire il denaro. Le opportunità di diversificare i propri guadagni ci sono, come anche l’opportunità di ottenere dei ricavi da interesse elevati in breve termine. Di contro, l’elevata volatilità potrebbe essere difficile da sopportare per i risparmiatori e le piccole imprese. Sta di fatto che solo una maggiore diffusione di queste monete potrà portare a renderle sufficientemente stabili al punto da elevarle a standard accettato da tutta la popolazione mondiale. Liberandola dal giogo delle banche centrali, riducendo i costi delle transazioni e garantendo un totale anonimato.