Tempo di lettura: 5 minutiSchneider Electric, leader nella trasformazione digitale della gestione dell’energia e dell’automazione, ha annunciato il 29 luglio i suoi risultati finanziari ed extra-finanziari. Per questi ultimi, ogni trimestre l’azienda rende noti i dati sui 21 indicatori del suo indice Schneider Sustainability Impact (SSI), con cui misura i progressi fatti rispetto agli obiettivi per un […]

futuro sostenibile
futuro sostenibile
Tempo di lettura: 5 minuti

Schneider Electric, leader nella trasformazione digitale della gestione dell’energia e dell’automazione, ha annunciato il 29 luglio i suoi risultati finanziari ed extra-finanziari. Per questi ultimi, ogni trimestre l’azienda rende noti i dati sui 21 indicatori del suo indice Schneider Sustainability Impact (SSI), con cui misura i progressi fatti rispetto agli obiettivi per un futuro sostenibile fissati per il triennio 2018-2020. Questi obiettivi sono strettamente allineati con quelli dello Sviluppo Sostenibile (SDGs) nelle Nazioni Unite e definiscono le performance extra-finanziarie del gruppo.

In questo trimestre, Schneider Sustainability Impact ha raggiunto un punteggio di 7,71 punti su 10. L’azienda ha fiducia nel fatto che raggiungerà l’obiettivo complessivo, grazie a diversi programmi in corso.

A tal proposito, Olivier Blum, Chief Strategy & Sustainability Officer di Schneider Electric, ha, così, espresso una visione sul futuro: “Quest’anno è cruciale. L’Earth Overshoot Day si è spostato al 22 agosto, ma dobbiamo fare di più per costruire un mondo più sicuro, sostenibile per l’ambiente e veramente inclusivo. Serve un contributo collettivo. Ecco perché collaboriamo con altre aziende che la pensano come noi in iniziative come la CEO Initiative for Europe’s Recovery, Reform and Resilience. Aiutare nel recupero post COVID-19 è un passo da fare, ma l’obiettivo è una ripartenza green. Il futuro dipende dalla nostra capacità di creare innovazioni che uniscano energia e digitale, per combattere il cambiamento climatico globale, a favore di tutti”. 

 ALCUNI RISULTATI CHIAVE PER IL PRIMO SEMESTRE 2020

 CLIMA

 Obiettivo n.3 per il 2020: evitare per i nostri clienti l’emissione di 120 milioni di tonnellate di CO2, grazie alle nostre offerte.

 L’obiettivo del Gruppo, in termini di taglio delle emissioni dei clienti, è ambizioso. Alla fine del primo semestre 2020, l’azienda ha risparmiato 107 milioni di tonnellate di CO2 ed è sulla buona strada per raggiungere l’obiettivo di 120 milioni per fine anno.

Il Gruppo ha pubblicato il report Time for Climate Impact Disclosure paper, specificando come l’offerta tecnologica ha consentito di ridurre o evitare le emissioni. Trasparenza e solidità metodologica sono fondamentali per creare fiducia e spingere ad agire. Team dedicati stanno lavorando con i clienti per integrare il concetto di performance sostenibili, fin dal livello di progettazione dell’architettura ed arrivare a quantificare gli impatti positivi.

ECONOMIA CIRCOLARE

 Obiettivo n.8 per il 2020: evitare il consumo di 120.000 tonnellate di risorse primarie grazie alla soluzione ECOFITTM, al riciclo e ai programmi di ritiro del prodotto.

Schneider ha già superato l’obiettivo fissato per fine anno, superando le 126.000 tonnellate di risorse primarie non consumate. Nella prima metà del 2020, si sono risparmiate 29.000 tonnellate di materiali. Il riciclo delle batterie al piombo ha dato un ampio contributo al risultato, ma al centro della scena c’è stata la soluzione ECOFIT™, pensata per modernizzare le apparecchiature dei clienti.  Questo sistema prevede di sostituire i componenti del quadro.

Per capire l’impatto, si pensi che in Italia, l’impianto Schneider Electric di Stezzano ha prodotto 55 interruttori, di media tensione, che hanno aiutato a rimodernare quadri ed estendere la loro vita operativa, evitando il consumo di ben 44 tonnellate di risorse primarie da parte di aziende dei settori utility elettriche, oil & gas, petrolchimico ed estrattivo. Nello stabilimento Schneider Electric di Greensboro, negli USA, sono stati riparati controller programmabili, HMI e drive per 29 tonnellate di materiale, estendendo la loro durata operativa.

SALUTE ED EQUITA’

Obiettivo n.14 per il 2020: offrire al 90% degli impiegati un piano di sviluppo individuale

 Nell’ edizione 2018-2020 di Schneider Sustainability Index, il gruppo ha integrato processi di sviluppo e performance, per consentire a dipendenti e manager di affrontare in modo più ampio il tema. Questi hanno portato a creare piani di sviluppo individuale.

  • Alla fine del secondo trimestre 2020, il 76% dei dipendenti di livello impiegatizio ha un piano di sviluppo individuale.
  • Dipendenti e manager sono incoraggiati a incontrarsi regolarmente, durante l’anno, per esaminare performance e piani di sviluppo. Schneider Electric sa che il suo successo per il futuro dipende dalla capacità di tutti i suoi lavoratori di ottenere performance elevate, sviluppare competenze, skill critici e portare avanti la loro carriera.

ETICA

Obiettivo n.17 per il 2020: 350 fornitori sotto vigilanza per questioni ambientali e di diritti umani sono fatti oggetto di una valutazione specifica on-site

 Per rispettare quanto richiesto dalla legge sul Dovere di Vigilanza, emanata dallo stato francese (legge 2017-399), Schneider Electric ha implementato un piano di vigilanza che individua i siti più esposti a rischi in termini di pratiche lavorative, salute, sicurezza e ambiente. L’obiettivo originario, fissato nel 2018, prevedeva di svolgere audit sul posto in 300 aziende, ma un anno dopo è stato portato a 350.

Anche se, a causa del Covid-19, gli audit si sono fermati per vari mesi, ad oggi, ne sono stati completati 298, di cui 19 svolti in questo primo semestre 2020. Contemporaneamente, l’azienda ha lavorato per esaminare tutte le situazioni non conformi, emerse nel 2019, chiudendo il 65% dei casi identificati.

SVILUPPO

 Obiettivo n.21 per il 2020: offrire 15.000 giornate di volontariato tramite la piattaforma globale VolunteerIn

 Il fondo Tomorrow Rising Fund”  di  Schneider Electric Foundation sostiene attività di emergenza e a lungo termine per la ricostruzione, legata alla pandemia. Invita I dipendenti a offrirsi come volontari per “mission digitali”, come aiutare studenti nel loro percorso di studi, fare coaching con imprenditori sociali e tenersi in contatto con le persone costrette all’isolamento. La Fondazione ha stretto partnership con varie ONG per offrire strumenti essenziali per la formazione. Molti esempi di queste missioni si possono trovare sul sito VolunteerIn.

IN EVIDENZA

  • Schneider Electric ha pubblicato vari report di Corporate Social Responsibility, da inizio 2020:Universal Registration Document Integrated ReportSustainability ReportVigilance PlanCompliance Report.
  • Il fondo Tomorrow Rising ha mobilitato dipendenti, clienti e partner in oltre 65 paesi, supportando 74 progetti locali, a favore di un milione di persone complessivamente.
  • Il Gruppo si è unito da una coalizione di 11 grandi aziende internazionali che uniscono le forze per accelerare la transizione energetica nel mondo dei trasporti e della logistica.

RICONOSCIMENTI E PREMI

  • Schneider Electric è al quarto posto nella  2020 Gartner Supply Chain Top 25 for 2020 e al primo posto nella 2020 Gartner Supply Chain Top 25: Europe Top 15.
  • Schneider Electric ha ottenuto l’etichetta Solar Impulse Efficient Solution per le soluzioni EcoStruxure™ Microgrid Advisor e NEO Network™.
  • Il Gruppo ha vinto il premio Industrial Energy Efficiency Award ad Hannover Messe, per il suo quadro di media tensione SF6-Free.