L’ingegnere del turismo come elemento strategico per diventare competitivi

competitività
Con l’evoluzione dello scenario turistico diventano fondamentali figure che mixino conoscenze di mercato e la capacità di prendere le materie prime e trasformarle continuamente in prodotti che siano all’altezza delle aspettative della clientela

Contrariamente a quanto si è soliti pensare, per via di una forma di banalizzazione che aleggia nel comune sentire, quello del turismo è un vero e proprio sistema economico complesso, che se sfruttato in maniera adeguata può portare a incrementi del prodotto interno lordo, ritorni economici al sistema paese e anche importanti risvolti in campo occupazionale.

Per godere però di tutti i benefici che l’industria turismo può portare scendono in campo le nuove tecnologie, che regalano, qualora si sappia sfruttarle nella maniera adeguata, competitività alla macchina turistica.

Al primo posto si piazza la necessità di proporre un nuovo approccio all’informazione e all’accoglienza che si esplica in un’accoglienza smaterializzata che si serve di wi-fi e applicazioni per sostituire mezzi tradizionali come le brochures e i depliants formativi: il viaggiatore moderno raccoglie infatti le informazioni in rete, ovunque si trova e nel momento che più gli è congeniale.

In secondo luogo occorre sfruttare la potenza dei Big Data per raccogliere dalla rete informazioni sulle tendenze in atto, la reputazione della destinazione e delle sue strutture e anche le tendenze per innovare il prodotto turistico. Quindi utilizzare le predizioni per capire come si è percepiti, cosa sta cambiando e come adeguarsi migliorando il prodotto turistico.

E infine innovare l’attività di comunicazione e promozione abbandonando le tecniche tradizionali in favore della web social marketing strategy, utilizzando sempre di più i canali social: oggigiorno vince chi sa far parlare di sé in maniera virale.

In tutto questo che ruolo ha l’ingegnere?

"Se fare turismo non significa più solo fare marketing, ma organizzare e strutturare le materie prime turistiche in prodotti che siano distribuibili, vendibili e commercializzabili sul mercato di riferimento – spiega Angelo Berlangeri, Presidente dell'Unione Provinciale Albergatori di Savona -, servono nuovi ruoli che mescolino queste competenze: si tratta proprio degli ingegneri del turismo, figure che hanno una professionalità che comprende un mix tra conoscenze di mercato e la capacità di prendere le materie prime e trasformarle continuamente in prodotti che siano all’altezza delle aspettative della clientela".

Un ingegnere del turismo è quindi colui che riassume in sé competenze di turismo, di marketing, di comunicazione e di costruzione dell’offerta del prodotto.

Ancora una volta quindi il futuro dell’ingegneria si configura come multidisciplinare.

© Riproduzione Riservata