L’essere umano al centro dei sistemi IIoT

Lo ribadisce l’Industrial Internet Consortium promotore di concetti universali per l’Industrial Internet e di un’approfondita analisi dell’AI negli ambienti industriali

E’ stata annunciata nel corso dell’estate la versione 1.9 dell’Architettura di Riferimento per l’Industrial Internet (IIRA), una metodologia e un modello architetturale basato sull’applicazione di standard che consentono agli architetti di sistemi per l’Industrial Internet of Things di progettare i propri sistemi affidandosi a struttura e concetti universali, l’Industrial Internet Consortium (IIC) ha pubblicato l’edizione del Giornale dell’Innovazione (JOI) dedicata all’Intelligenza Artificiale.

Una volta messo mano a una nuova versione dell’IIRA, in cui è descritto che gli essere umani giocano un ruolo determinante nei sistemi IIoT, l’IIC ha esaminato il fenomeno dell’Intelligenza Artificiale (AI), dalla sua nascita alle sue applicazioni d’uso pratico, ivi incluse considerazioni concernenti la formazione di una nuova generazione di lavoratori per contrastare il gap di competenze.

In particolare, l’ultimo numero di JOI si è concentrato sulle sfide e sui benefici relativi all’applicazione delle tecnologie di AI e di Machine Learning in ambienti industriali raccogliendo articoli redatti da figure chiave di aziende e organizzazioni che hanno aderito all’IIC.

Sulla medesima scia, l’Industrial Internet Consortium ha annunciato anche il modello di analisi per la valutazione della maturità dell’IIoT. Si tratta di uno strumento web incluso nell’IIC Resource Hub, che consente agli utenti di definire la maturità della loro azienda in ambito IIoT.

Nello specifico, lo strumento di auto-valutazione aiuta le imprese a mettere in pratica le migliori raccomandazioni in fatto di IIoT, guidando i manager aziendali attraverso una serie di domande sull’adozione, l’utilizzo e la governance dell’IIoT all’interno delle loro organizzazioni.

In particolare, il modello per la valutazione della maturità dell’IIoT è strutturato in una matrice quadridimensionale:

Strategia d’impresa

  • Contesto del mercato
  • Contesto strategico
  • Innovazione e perfezionamento del modello di business
  • Elementi fondamentali dell’IoT
  • Strategia tecnologica
  • Architettura e norme di riferimento
  • Piattaforme interoperabili
  • Trasparenza della posizione dei dati

Ciclo di vita delle soluzioni aziendali

  • Interfacciamento con la strategia aziendale
  • Progettazione della soluzione
  • Strutturazione del team di progetto
  • Gestione del progetto
  • Monitoraggio del servizio e reportistica

Sicurezza

  • Governance
  • Abilitazione
  • Innalzamento delle misure di sicurezza

Il modello di analisi per la valutazione della maturità dell’IIoT tiene conto di 63 competenze individuali, ciascuna caratterizzata da cinque livelli di maturità, mentre lo strumento per la valutazione della maturità dell’IIoT fornisce un riscontro sul reale livello di maturità in atto e mette in evidenza le aree, in cui sia consigliabile intervenire oltre.