Fino al 31 dicembre 2014, PayPal rimborsa le spese di spedizione in caso di restituzione di un articolo acquistato attraverso il proprio sistema di pagamenti. Possono essere richiesti fino a 7 resi.

PayPal Checkout

Secondo lo studio PayPal Ipsos Insights, le persone che comprano all’estero ricercano una maggiore varietà dei prodotti (più del 70% dei casi) e prezzi più vantaggiosi (più del 65%), mentre le preoccupazioni maggiori riguardano i costi del reso e la semplicità della spedizione. A tal proposito, una ricerca condotta in Italia da Reputation Leaders per conto di PayPal ha evidenziato che il 60% degli acquirenti online considera la responsabilità finanziaria dei venditori in caso di reso come l’elemento fondamentale ai fini di una positiva esperienza di acquisto, mentre il 52% di loro rinuncerebbe a comprare qualora le spese di restituzione fossero a proprio carico. Sempre secondo questa ricerca, il 59% degli italiani non acquisterebbe più dallo stesso venditore dopo aver ricevuto merce non compatibile con il proprio ordine la prima volta. Inoltre, Il 18% dei consumatori non comprerebbe più dallo stesso venditore in caso di costi di spedizione troppo elevati, considerati la principale fonte di esperienza di acquisto negativa nel 30% dei casi, seguiti da un processo di reso troppo lungo e complicato (23%).

Gli italiani preferiscono quindi prevenire che curare quando si tratta di shopping online, a maggior ragione quando gli acquisti vengono fatti all’estero. Per consentire alle persone di fare shopping in tutto il mondo senza preoccupazioni, quindi, PayPal ha lanciato in Italia il suo servizio di rimborso delle spese di restituzione della merce acquistata per i possessori di un account PayPal.

Per attivare il servizio ed ottenere il rimborso, l’utente verrà reindirizzato al sito https://www.paypal.it/reso/ direttamente dalla pagina del merchant e dopo aver inserito solo la mail legata all’account PayPal, gli verrà richiesta la compilazione di un modulo.  Il servizio sarà valido fino al 31 dicembre 2014 e potranno essere richiesti fino a 7 rimborsi di valore massimo di 30€ ciascuno.