Sebbene il mercato globale sia in calo, il segmento business evidenzia nei mercati maturi una sensibile crescita nel 2014, la più alta dal 2010

Il futuro dei PC sembra essere meno drammatico del previsto. In molti, da tempo, parlano di una loro rapida estinzione a causa dell’avvento dei tablet e smartphone, sempre più apprezzati in tutto il mondo. Per ora però non è così, almeno nel 2014.

Non a caso IDC rivede al rialzo le proprie previsioni riguardo le consegne globali dei computer: la contrazione sarà del 3,7% anziché del 6% nel 2014. Questo miglioramento è dovuto al ritorno di fiamma nei mercati maturi sia lato consumer che business, dove si evidenzierà una crescita del 5,6% nel corso dell’anno, la più alta dal 2010. A trainare il segmento sarà proprio il comparto business, favorito, almeno nel breve termine, dalla fine del supporto da parte di Microsoft a Windows XP che ha portato diverse organizzazioni a sostituire il proprio “parco macchine”. C’è da sottolineare inoltre anche una saturazione delle vendite di tablet nei mercati maturi e uno spostamento dell’interesse degli utenti a device di piccole dimensioni che poco concorrono con i PC.  In più questi dispositivi hanno compiuto qualche passo avanti nel rispondere alla sfida lanciata dai tablet con modelli più sottili, con funzionalità touch e dal costo più contenuto.

Mercato pc

Le vendite di PC nei Paesi emergenti restano invece basse e le previsioni di IDC sono state riviste in negativo a causa del successo delle tavolette elettroniche che presentano costi sensibilmente inferiori rispetto ai tradizionali computer e alle condizioni di instabilità economica che perdurano in quelle regioni. Inoltre non si assiste alla comparsa di tutti quegli elementi che stanno avendo successo nei mercati maturi.

Il lancio di Windows 9 nel 2015 potrebbe spingere la domanda, sebbene sarà difficile quantificare il reale impatto fino a quando non diverranno più chiari i reali vantaggi per i consumatori e per gli utenti commercial in termini di funzionalità e di integrazione con device specifici. – ha dichiarato Loren Loverde, vicepresidente Worldwide PC Trackers per IDC – Per il momento continuiamo a vedere la domanda PC provenire principalmente dalle sostituzioni, con le consegne che si fletteranno leggermente verso la fine del periodo per il quale abbiamo elaborato la previsione.”