Apple ha finalmente svelato al pubblico le caratteristiche del nuovo tablet: potenziamento di alcune funzioni e Retina Display

 Finalmente è stato annunciato da Apple il suo ultimo prodotto, il nuovo iPad.
Sono tantissimi i curiosi, gli esperti, gli analisti del settore e gli appassionati, che hanno aspettato questo momento e ora si possono dire soddisfatti dell’attesa.
Si, perché il nuovo tablet di Apple porta diverse novità riguardanti soprattutto il potenziamento delle funzioni già esistenti nel modello precedente.

 

Fiore all’occhiello del nuovo modello è il Retina Display. Confermate, quindi, le ipotesi che si erano fatte avanti dopo l’invio dei comunicati stampa da parte dell’azienda di Cupertino per la presentazione del prodotto.

Altissima definizione con ben 2048×1536 pixel. Inutile parlare dell’eccellente qualità di immagini e documenti. Già con il precedente modello la qualità dell’immagine era buona. Uno strumento che già dimostrava la sua validità anche per guardare video da Oscar

 

Altre novità sono il processore A5X, una fotocamera da 5 megapixel, un sistema di dettatura digitale, connessione 4G e una batteria con autonomia fino a 10 ore.
E i difetti? C’è da dire che Apple, per permettere il potenziamento, ha dovuto sacrificare peso e spessore, anche se in misura quasi impercettibile.
Se già con gli antenati del terzogenito dei tablet, la ditta della mela aveva riscosso un particolare successo, oggi può davvero dirsi pioniera dell’era del post pc.

Lo dicono numeri e statistiche: l’era del pc è finita, e a dichiarare la fine dei suoi tempi, sono stati i numerosi dispositivi mobili che hanno invaso il mercato riscuotendo un grande successo. Accade perché i tempi stanno cambiando, si lavora in movimento e ci si informa nel modo più veloce possibile. Parola d’ordine: portabilità.

 

Apple non solo ha intuito questo cambiamento sociologico sul nascere, ma si è guadagnata il primo posto nella corsa tra sfidanti. Probabilmente anche lo stesso approccio verso il pubblico è stata la carta vincente della Mela, che ha capito che il compratore vuole vedere, ma anche provare il prodotto prima di acquistarlo.
La rincorre Microsoft, che stimola i produttori di App a crearne anche, e sempre in maggior numero, per Windows 8. Chissà se riuscirà a raggiungere i 20 miliardi di download di App da Apple Store
Intanto, per poter acquistare il terzo Ipad bisogna aspettare il 23 marzo. La spesa non sarà stratosferica. Infatti, contrariamente a quello che ci si potrebbe aspettare, il nuovo tablet avrà lo stesso prezzo dell’ ipad2, che invece vedrà abbassato il suo costo di vendita.