Acquistare i mobili per il nuovo ufficio non sarà un problema se si sceglie il prestito più conveniente. Ecco un confronto tra i migliori.

Prestiti agevolati alle imprese: lo strumento giusto?

Avviare una piccola impresa o mantenerne una non è certo una passeggiata, come ben sanno i molti piccoli e medi imprenditori messi a dura prova dalla crisi economica. Spesso capita infatti di non avere a disposizione sufficiente capitale ed è pertanto indispensabile trovare un prestito vantaggioso. Il modo migliore per farlo consiste nel confrontare con attenzione le varie proposte di banche e finanziarie, considerandone le relative condizioni. Se necessario, ci si può servire di un comparatore online per velocizzare l’operazione. Si tratta infatti di siti che si occupano di confrontare i prestiti più convenienti per i propri utenti, stilando poi una classifica dei più vantaggiosi. In questo modo trovare il finanziamento su misura in base alle proprie esigenze richiederà solo pochi minuti e non sarà necessario rinunciare a realizzare i propri progetti.

La necessità primaria di tanti manager o consumatori comuni è quella di trovare il finanziamento con la rata più bassa che permetta di sostenere il pagamento nel tempo senza dover incorrere in clausole sconvenienti. Quando si sceglie un prestito, infatti, bisogna controllare sempre il valore dei tassi di interesse, soprattutto quelli Taeg.

Il Tan e il Taeg sono i valori che ci permettono di capire il costo reale del finanziamento che stiamo per contrarre. Il Tan, che è il tasso annuo nominale, è il tasso di interesse che viene applicato alla somma di denaro che l’istituto di credito finanzia e influisce sulle rate che pagheremo poi, mensilmente. Il Taeg, invece, è il tasso annuo effettivo globale e rileva il costo complessivo del prestito: a differenza del tan, questo include anche tutte le altre voci di costo che sono a carico del contraente e viene calcolato in percentuale su base annua.

Un altro modo per essere sicuri di scegliere il finanziamento giusto, è quello di confrontare le soluzioni presentate dagli istituti avvalendosi di uno dei tanti portali di confronto tariffe che troviamo sul web. Con l’aiuto del portale SuperMoney, infatti, abbiamo potuto confrontare i migliori prestiti per un libero professionista che voglia ottenere un finanziamento di 10 mila euro e lo voglia restituire in 36 mesi, con la finalità di comprare dei mobili e degli elettrodomestici per l’ufficio.

Le proposte migliori sono attualmente quelle di Smartika, Fidomestic e di Consel.

L’offerta di Smartika è un’offerta Social Lending che si basa cioè, su una piattaforma online che funge da punto di incontro tra privati. L’accordo che si prenderà con Smartika infatti, sarà il frutto di un accordo preso tra il richiedente prestito e il prestatore privato.

Le rate del prestito Smartika sono 36 da 305,6 euro ciascuna,per un totale da rimborsare alla fine dei 3 anni di 11.349 euro. Il tan è del 6,30% mentre il taeg è dell’8,80%.

Banca Findomestic, invece, offre il Prestito Findomestic a rate di 316,2 euro per un totale da restituire di 11.383 euro. La differenza tra i tassi qui è leggermente diversa in quanto il tan è all’8,60% mentre il taeg è pari all’8,95%.

Infine, il prestito di Consel che propone Prontotuo a 36 rate da 322,2 euro. Il tan e il taeg sono rispettivamente al 9,90% e al 10,36% e l’importo totale che si restituirà alla fine dei 36 mesi è di 11.624 euro.