Rispetto al resto dell’Europa le imprese italiane sono sotto la media per l’utilizzo del web per il loro business, segno che il digital divide non è ancora scomparso.

imprese-nel-web

Internet è ormai uno strumento fondamentale per il business di tutte le piccole e medie imprese ed avere accesso ai servizi di connessione presenti nell’offerta di Telecom Italia, di Fastweb o di tutti gli operatori del settore, è ancora più importante.

Utilizzare la connessione giusta, infatti, può avvantaggiare le aziende ad essere competitive e soprattutto di poter agire a livello internazionale: scegliere l’offerta di telefonia migliore può essere un buon punto di partenza.

Secondo i dati Eurostat, infatti, la presenza delle piccole  e medie imprese sul web sta crescendo e quasi tutte sono ormai consapevoli dell’importanza dell’utilizzo di internet per il loro business anche se, rispetto all’Europa, la performance delle imprese italiane in questo senso, sono sotto la media.

La ricerca ha preso in considerazione le imprese con un minimo di 10 dipendenti e ha evidenziato come, in Europa, quelle che hanno un sito internet sono aumentate del 6% rispetto al 2010 ricoprendo tre quarti del totale delle imprese; quelle presenti sui social invece, sono solo un terzo del totale.

Le imprese italiane presenti sul web con un sito, però, sono il 67% del totale (contro la media europea del 73%) mentre quelle che utilizzano social network come Facebook o Twitter,sono solo il 25% rispetto al 30% della media europea e solo il 5% di queste  ha stabilito una policy per l’uso dei social.

Nel dettaglio, il 21% utilizza Facebook (il più utilizzato anche dagli utenti) e il 10% usa YouTube  per condividere contenuti video che possano diventare più facilmente virali, il 6% usa blog o microblog (come Twitter) e il 4% si serve delle piattaforme di intelligenza collettiva come Wikipedia.

Anche i contenuti dei siti stanno giovando di questo uso diffuso della rete e si dimostrano sempre più interattivi e dinamici, offrendo la possibilità ai clienti di effettuare operazioni di acquisto direttamente dai portali e di integrare i login sui social network.

Nonostante questi risultati, l’Italia rimane ancora con un grande deficit relativo agli accessi alla rete e alle competenze: il digital divide, infatti, rimane un problema evidente che “divide” appunto, alcune imprese dalle altre in termini di possibilità di accesso all’infrastruttura internet, e di competenze rispetto all’utilizzo del web.

Infatti la fibra ottica e l’infrastruttura internet sul territorio italiano, non sono distribuite in modo omogeneo e molte zone rimangono scoperte:  per un’impresa diventa fondamentale avere una connessione veloce che gli permetta di essere competitiva anche a livello internazionale ed essere ostacolata in tal senso crea – e continua a creare – svantaggi e passi indietro per l’economia italiana.