Emerson collabora coi partner per promuovere nuovi standard di settore e migliorare l’efficienza ambientale

Environmental Responsibility

Creare un mondo sempre più sostenibile è diventato un impegno per molti governi e per molte imprese poichè vedono nelle soluzioni green un modo per ridurre i consumi e conseguentemente le spese, ma anche la possibilità di poter offrire prodotti che impattino poco sull’ambiente. Queste soluzioni attraggono inoltre maggiormente i clienti che a loro volta possono così beneficiare dei vantaggi connessi alla crescente riduzione delle spese energetiche.

Ed è proprio in questa direzione che si colloca Emerson che, grazie al suo impegno per offrire tecnologie più ecologiche per il data center, è entrata a far parte del progetto pilota PEF (Product Environmental Footprint), coordinato dalla Commissione Europea. Il progetto PEF ha l’obiettivo di definire regole comuni di calcolo per valutare l’impatto ambientale dei prodotti immessi sul mercato, riunendo gli stakeholder di tutto il continente in una fase di test della durata di tre anni. In particolare, Emerson, insieme ad altri operatori del settore, sta lavorando per proporre tecnologie più ecologiche ed efficienti per gli UPS nei data center che verranno quindi estate.

Essendo uno dei maggiori produttori di UPS, Emerson Network Power ha la responsabilità di essere in prima linea per tracciare la strada per il futuro, mentre il settore cerca collettivamente di ottenere una standardizzazione in tutta Europa,” ha commentato Franco Costa, vice presidente e general manager, Power Systems, Emerson Network Power per Europa, Medio Oriente e Africa. “Il coinvolgimento nel programma PEF della Commissione Europea consolida il nostro impegno per immettere sul mercato prodotti conformi agli standard di settore in costante evoluzione, continuando a soddisfare al meglio le esigenze dei clienti, un’etica che tutta la nostra azienda ha adottato da tempo a livello di innovazione dei prodotti.”