Nel nostro Paese lo strumento preferito è la rete, seguita dalla TV e dalla lettura dei libri. In USA e Germania trionfa invece la televisione

Gli italiani vogliono essere sempre ‘connessi’ e interagire sempre più con la rete. E questo condiziona le modalità di intrattenimento dei nostri connazionali. A dirlo è Deloitte che, sulla base dei circa 2.200 consumatori italiani intervistati, ha rilevato come l’utilizzo di Internet sia la modalità di intrattenimento preferito dal 77% del campione, più della ‘vecchia e cara TV’ che, con il 47% delle preferenze, si ferma al secondo posto. Terza e più staccata è la lettura di un libro (sia cartaceo sia e-book) con il 34%.

 

intrattenimento 1

 

Facendo un confronto il 2013, queste tre preferenze sono rimaste invariate. Si evidenzia però un notevole aumento nell’utilizzo di internet (+33%), a fronte di un lieve decremento nella scelta della TV (-8%), nella lettura dei libri (-6%), e nella lettura di quotidiani / magazine (-7% e -4%).

Intrattenimento 2

Inoltre, mentre la precedente edizione aveva evidenziato punte di popolarità della rete tra i giovani, ora si rileva uno spettro più ampio di consumatori italiani che amano l’esperienza online. Infatti, il gruppo degli attuali “Boomers” (48-67 anni) è quello che cresce maggiormente.

E’ sorprendente come, confrontati con gli altri Paesi internazionali partecipanti alla survey, gli Italiani abbiano messo in cima alle loro preferenze la rete mentre altri Paesi come USA o Germania considerino la TV ancora il mezzo di intrattenimento per eccellenza.

Infatti, dando uno sguardo alle preferenze, l’Italia ha la percentuale maggiore di consumatori che hanno posto internet in cima alle proprie preferenze (77%), seguita da Cina (70%) e Spagna (66%). In tutti gli altri Paesi invece gli intervistati hanno dischiarato di preferire la TV a ogni altro tipo di intrattenimento. In riferimento alla TV, in Italia si registra la percentuale di preferenze più bassa (47%), seguita da Spagna (49%) e Cina (57%).