Nel 2013 raggiunto un valore complessivo di 788,8 M€, in crescita del 16,9%. I Servizi cloud non rappresentano una tipologia di servizi adatta alla sola fascia PMI; anzi vengono percepiti da molte organizzazioni di grandi dimensioni come un’ottima soluzione per ampliare il data center aziendale.

Cloud PA

[section_title title=Il mercato del Cloud Computing Business in Italia]

Il Cloud Computing per il Mercato Business è ormai una realtà anche in Italia tant’è che cresce l’interesse delle aziende di tutte le dimensioni e tipologie verso il queste nuove tecnologie . Se è vero che la recrudescenza della crisi finanziaria ed economica continua a frenare e spesso a bloccare gli investimenti, è altrettanto vero che si modificano radicalmente le richieste ai fornitori di IT, e la stessa visione dell’IT in azienda. E’ nel mirino il Valore reale generato dall’uso dell’IT, e sempre più aziende si rendono conto del vantaggio di utilizzare risorse e soluzioni innovative senza averne il possesso e delegandone la gestione della complessità, ricorrendo dunque al Cloud Computing. I servizi Cloud hanno raggiunto nel 2013 un valore complessivo di 788,8 M€, in crescita del 16,9% sul 2012, in netta controtendenza rispetto all’andamento del mercato IT Affari (-4,6%) e del mercato Servizi IT Affari (-4,0%). Il 60% del mercato è riferito alla componente Public & Hybrid Cloud – con un peso predominante dei servizi di tipo Hybrid – mentre il restante 40% deriva da servizi di Virtual Private Cloud.

È questo quanto emerso da un recente studio condotto da SIRMI sul mercato del Cloud Computing Business in Italia: i mercati IaaS e SaaS pesano sul totale rispettivamente il 54,6% ed il 41,5%, mentre PaaS e Mobile si presentano ancora come aree di nicchia.

Diffusione cloud

Il mercato SaaS evidenzia nel 2013 una maggiore crescita rispetto al 2012, a cui segue nel 2014 un rallentamento. La maggiore crescita del 2013 è influenzata da una maggiore adozione di soluzioni SaaS e dall’aumento della base installata anche in quei segmenti che nel 2012 avevano registrato performance negative (ad esempio Firma Digitale) o molto contenute (ad esempio CRM e SFA). Nel 2014, invece, alcuni segmenti di mercato (ad esempio Posta Elettronica) iniziano a scontare un effetto di progressiva saturazione, dovuta ad una maggiore adozione di tali ambiti applicativi, che determina un rallentamento della spesa in servizi SaaS.

Per quanto riguarda il mercato IaaS, si è osservato nel 2013 un rallentamento della crescita a causa di uno scenario economico ancora negativo che ha frenato gli investimenti, soprattutto di carattere infrastrutturale, e del rinvio dei progetti di adozione di soluzioni IaaS da parte di molte aziende, in attesa di valutare il modello di Cloud Computing più adatto alle loro caratteristiche ed esigenze; inoltre la minore crescita dei servizi IaaS nel corso del 2013 risente anche di una progressiva diminuzione delle tariffe e dei prezzi (minore ARPU).

Per visualizzare il mercato dei servizi Cloud Business in Italia per segmento, consultare la pagina successiva