Avrebbe diffuso materiali riservati riguardanti sofware ancora in fase di sviluppo

Manette

Alex Kibkalo, ex senior architect di Microsoft è stato arrestato due giorni fa. L’accusa, a detta delle autorità americane, è spionaggio. Gli investigatori hanno infatti recuperato alcune email inviate da KIbkalo ad un blogger francese (rimasto anonimo) contenenti informazioni top secret che sarebbero poi state pubblicate da quest’ultimo. All’interno dei messaggi incriminati sarebbero presenti anche link diretti all’account OneDrive dell’ex dipendente Microsoft sul quale erano stati caricati diversi documenti riservati.

I dati sensibili riguarderebbero alcune pre-release di Windows 8 e altri sofware ancora in fase di sviluppo. Tra queste, alcune farebbero riferimento a Microsoft Activation Server Software Development Kit (SDK) e Windows 8 RT, la versione di sistema operativo basata su tecnologia ARM.

Le ragioni del comportamento di Kibkalo deriverebbero da un sentimento di ritorsione nei confronti della società di Redmond in quanto il tecnico russo ricevette una nota di demerito per il proprio scarso rendimento.