S.M.R.E., società quotata su AIM Italia specializzata nello sviluppo di soluzioni altamente tecnologiche nei settori Automation e Smart Mobility, ha perfezionato nel tardo pomeriggio di ieri l’acquisizione, attraverso la controllata Investimenti Industriali S.r.l., del 60% del capitale sociale di PK Elettronica.

In particolare, come già comunicato in data 6 agosto 2018, Smre ha costituito insieme a FAIST Ltd. Holdings la società veicolo, Investimenti Industriali S.r.l., con partecipazioni rispettivamente pari al 51% e al 49% del capitale sociale, che da oggi detiene la maggioranza di PK Elettronica.

Tale società veicolo ha sottoscritto un aumento di capitale dedicato, che è stato deliberato dall’assemblea di PK Elettronica per un importo complessivo di 600.000 Euro. L’assemblea ha adottato come nuovo organo amministrativo un Consiglio di Amministrazione composto da Samuele Mazzini, Presidente del Consiglio di Amministrazione, Ugo Pierozzi, amministratore delegato, e Gianfranco Natali, consigliere.

L’operazione è coerente con la strategia di crescita del Gruppo SMRE, basata sullo sviluppo e la fornitura di componenti per il settore della mobilità elettrica ed ibrida. PK Elettronica, con la sua esperienza consolidata nella produzione massiva di schede elettroniche di potenza, aumenterà la capacità produttiva industriale del Gruppo SMRE, per soddisfare la domanda in crescita di componenti sviluppati negli ultimi anni e presenti nell’offerta del Gruppo. Con questa operazione si rafforza il know how nella produzione delle schede elettroniche e si verticalizza a monte la catena produttiva che può oggi, con PK Elettronica, vantare tutte le fasi fondamentali nello sviluppo e produzione di componenti per la mobilità del futuro.

Samuele Mazzini, Presidente e Amministratore Delegato di SMRE, commenta: “Completiamo un’acquisizione che ci rende in grado di assicurare soluzioni complete, integrate, certificate e altamente tecnologiche difficilmente replicabili dai nostri competitor. Governare tutto il processo produttivo ci consente di essere oggi flessibili al massimo, e domani pronti per le produzioni dei volumi, garantendo qualità e servizio ai nostri clienti”.

I principali termini e condizioni dell’operazione sono stati illustrati nel comunicato stampa diffuso in data 6 agosto 2018 a cui si rinvia per maggiori informazioni.