GreenHub

Il prossimo settembre Rapallo diventerà la prima stazione ferroviaria GreenHub, ospitando l’installazione multi sorgente Dynamo – sviluppata dalla startup Verde 21 in collaborazione con altre tre neoimprese – che offrirà nuovi servizi ai passeggeri utilizzando energia prodotta da fonti rinnovabili.

I viaggiatori avranno a disposizione panchine con prese integrate per la ricarica di tablet e smartphone oltre a un access point con la predisposizione per la connettività Wi-Fi. Attraverso appositi display potranno essere consultate le informazioni geolocalizzate. Inoltre, in futuro sarà possibile ricaricare, nelle aree esterne alla stazione, anche le biciclette a pedalata assistita o gli scooter elettrici.

Dynamo integra i prodotti tecnologici di varie startup italiane. Verde 21 accumulerà ed erogherà l’energia rinnovabile raccolta da pannelli fotovoltaici tradizionali e dagli speciali pannelli fotovoltaici trasparenti prodotti della neoimpresa Glass To Power. Per l’accumulo di ulteriore energia elettrica, adottando la stessa tecnologia in diverse declinazioni, la zona sarà lastricata con pannelli fotovoltaici calpestabili realizzati dalla startup Platio. Con la tecnologia della startup U-Earth sarà monitorata e purificata in tempo reale l’aria. L’approccio integrato consentirà così di sviluppare un nuovo concept tecnologico che generi sinergie tra grandi e piccole società.

A testimonianza dell’impegno del Gruppo FS Italiane per la responsabilità sociale e ambientale, Dynamo sarà il fulcro di una vera e propria area green, dato che lo spazio in cui sorgerà sarà caratterizzato dall’uso di materiali riciclati e riciclabili. I viaggiatori in transito potranno apprezzare la versatilità dell’installazione a forma piramidale, in perfetta armonia tra sostenibilità, tecnologia ed estetica. Tra i materiali impiegati spiccano legno, alluminio e acciaio.

L’innovativo progetto tecnologico GreenHub, a cui sta lavorando il Gruppo FS Italiane, attraverso le società Rete Ferroviaria Italiana, Italferr e in collaborazione con Sirti, nell’ambito di Open Italy 2018 del Consorzio Elis, è un programma che ha l’obiettivo di coniugare le esigenze di innovazione delle grandi aziende con la necessità di crescita delle startup.

Con Open Italy 2018 (34 aziende presenti, 186 startup e 49 giudici), Elis si conferma una scelta progettuale per incrementare e far crescere l’innovazione nelle grandi aziende che, grazie all’apporto di nuove idee e tecnologie, potranno migliorare i processi e le attività di tutti i giorni.