Cooperativies Cities è il progetto nato nel 2011 con il sostegno della Commissione Ue per la diffusione nei Paesi membri delle tecnologie per la mobilità intelligente. Ora sbarca in Italia

La legge, il nuovo decreto Its attuativo sulla “Diffusione dei sistemi di trasporto intelligenti” entrato in vigore lo scorso 1 febbraio, e lo strumento attuativo, quel 50% di spese che la Commissione Europea si propone di coprire in favore di tutte le città virtuose che intendono impegnarsi nello sviluppo di sistemi per la mobilità sostenibile.

 

Sono forme e contenuti del progetto Co-Cities (Cooperative Cities) attivo dal 2011 con il sostegno di Bruxelles per la diffusione delle tecnologie It in funzione della creazione di sistemi di trasporto rapidi, efficienti e puliti e incentrato sull’utilizzo, da parte di Comuni e cittadini, delle app per i Location Based Services, il monitoraggio del traffico, la sicurezza stradale e il controllo dei sistemi di illuminazione. Il tutto sulla base della piattaforma Provide Improved Mobility Experieces.