Casa Siemens: innovazione senza paura

653

La nuova sede, realizzata con le più moderne tecnologie, abbraccia pienamente il concetto dello smart working

2550 lavoratori, 740 postazioni, 15 mila mq, 11 sale conferenze, 109 sale riunioni ed un investimento da 40 milioni di euro. Sono questi alcuni dei numeri della nuova sede di Siemens Italia, inaugurata oggi a Milano insieme alla via dedicata al fondatore dall’azienda. 

Innovazione, sostenibilità e passione rappresentano i pilastri che hanno guidato l’azienda sin da quando è giunta nel nostro Paese nel lontano 1889. Nonostante il carattere internazionale dell’azienda, ci sentiamo profondamente radicati nel territorio e la nuova sede lo testimonia. I nuovi uffici sono espressione concreta di un modo moderno di lavorare e di un’organizzazione agile che guarda la trasformazione digitale come un elemento imprescindibile per il business di domani” – ha spiegato Federico Golla, presidente e CEO di Siemens Italia.

Dal 1 gennaio 2017 non esistono più gli orari di lavoro. I dipendenti abbracciano lo smart working così da beneficiare dei vantaggi del lavoro flessibile: possono lavorare da casa o andare a Casa Siemens dove gli uffici sono realizzati per favorire la collaborazione. L’obiettivo è portare le persone in ufficio – oltre che per svolgere la propria attività – anche per socializzare e interagire, aggiungendo al livello professionale quello informale e di condivisione, per incoraggiare lo scambio e facilitare le relazioni. In questa direzione sono stati creati dei bar, un ristorante, campi da calci, un parco ed un orto all’interno del polo.

“Diamo fiducia ai nostri lavoratori che possono lavorare dove preferiscono, con la speranza che ciascuno di essi abbia la piena consapevolezza del proprio ruolo e di cosa l’azienda si aspetta. Non controlliamo ciascun dipendente perché vogliamo dare fiducia ai nostri collaboratori così come i nostri clienti danno fiducia ai nostri prodotti e servizi. Garantiamo la massima autonomia facendo leva sul commitment dei lavoratori e sul loro senso di responsabilità” ha aggiunto Federico Golla.

Da un punto di vista tecnologico, al struttura (di classe A) è realizzata per garantire il massimo efficientamento energetico grazie alla presenza di due impianti fotovoltaici, un impianto di trigenerazione e altre tecnologie pensate per rendere il complesso una smart grid all’avanguardia secondo il paradigma dell’Internet of Things.

Oggi non celebriamo un trasloco, non celebriamo un nuovo building, seppure dotato delle migliori tecnologie, ma la nostra vocazione ad innovare anche nei processi organizzativi – ha aggiunto Federico Golla. –  Come diceva Darwin, non sopravvivono le specie più forti o quelle più intelligenti, ma coloro che si adattano meglio al cambiamento e Siemens vuole fare lo stesso: continuare ad innovare su tutti i fronti per essere proattiva rispetto alle esigenze del mercato. Abbracceremo le ultime tecnologie come l’intelligenza artificiale che tanto fa paura a molti”.

La nuova sede Siemens costituisce un altro tassello importante della nuova Milano dell’innovazione, della  Milano smart che punta sul digitale per diventare ancora di più una città all’avanguardia nel mondo, finalmente capace di attrarre investimenti di grandi realtà aziendali.