Nel primo trimestre del 2015 la società ha registrato una crescita del fatturato pari al 36%. Premiati gli investimenti effettuati

L'andamento dei consumi in Italia durante il lockdown
Tempo di lettura: 1 minuto

Fortinet ha annunciato i risultati finanziari per il primo trimestre 2015, chiusosi il 31 marzo.

Con un fatturato di $254,3 milioni, in crescita del 36% anno su anno, Fortinet ha fatto registrare un primo trimestre estremamente solido che riflette la nostra capacità di operare in un mercato competitivo come quello della sicurezza e che, ancora una volta, è andato oltre le nostre aspettative in relazione a tutti i parametri di riferimento. – dichiara Ken Xie, fondatore, presidente e CEO di Fortinet – La crescita nel fatturato del primo trimestre è la più elevata da quando l’azienda è stata quotata più di cinque anni fa, dato che testimonia ulteriormente la bontà dei nostri investimenti. Nel corso del primo trimestre abbiamo aumentato notevolmente il numero e il valore dei deal e acquisito più di 8.000 clienti alla nostra base che ne conta già oltre 200.000, tra cui spiccano molte delle aziende Fortune Global 100. Guardando al futuro, riteniamo che la dimensione di Fortinet ci consenta ora di differenziarci rispetto alla concorrenza, fornendo ai nostri clienti la migliore soluzione del mercato. Fortinet è inoltre ben posizionata per dare seguito a questo trend positivo e aumentare le quote di mercato a livello globale grazie alla nostra piattaforma di sicurezza end-to-end integrata, capace di garantire il massimo della protezione contro le minacce avanzate”.

Di seguito i risultati della società

  • Fatturato di $254,3 milioni, in crescita del 36% anno su anno1
  • Entrate pari a $212,9 milioni, in aumento del 26% anno su anno
  • Reddito netto non-GAAP diluito per azione di $0,081
  • Flusso di cassa derivante dalle attività pari a $64,6 milioni
  • Flusso di cassa libero di $59,7 milioni1
  • Contanti, liquidi e investimenti pari a $1,07 miliardi
  • Reddito differito di $600,2 milioni, in crescita del 33% anno su anno