IBM cede a Globalfoundries la propria divisione che si occupa dello sviluppo e della produzione di semiconduttori, proprietà intellettuale inclusa e con un ulteriore incentivo di 1,5 miliardi di dollari

stretta di mano
Tempo di lettura: 1 minuto

IBM e Globalfoundries hanno annunciato di aver firmato un accordo nel quale la terza fonderia di semiconduttori indipendente più grande al mondo andrà ad acquisire le attività di IBM legate alla progettazione di semiconduttori che comprendono la proprietà intellettuale, il personale e le tecnologie che fanno capo a IBM Microelectronics. In questo modo Globalfoundries diventerà il fornitore esclusivo di IBM per i prossimi 10 anni.

L’accordo prevede da parte di IBM un investimento di 3 miliardi di dollari in 5 anni per concentrarsi ulteriormente sulla ricerca nel campo dei semiconduttori e sullo sviluppo di sistemi orientati al cloud, all’analitica big-data e alle transazioni sicure. Invece Globalfoundries avrà una corsia d’accesso preferenziale agli esiti delle attività di ricerca.

Sanjay Jha, CEO di Globalfoundries, ha commentato: “L’acquisizione consolida la posizione di leadership di Globalfoundries nello sviluppo e produzione di tecnologia a semiconduttori. Possiamo ora offrire ai nostri clienti una più ampia gamma di tecnologie d’avanguardia per transistor 3D e radiofrequenza e inoltre miglioreremo il nostro ecosistema per accelerare il time-to-revenue per i nostri clienti”.