Cloud, Mobile, Social e nuove normative cambieranno il mercato della Security che nel 2014 crescerà del 7,9%

La spesa globale per la sicurezza IT crescerà del 7,9% nel 2014. A dichiararlo è Gartner che ha stimato un mercato che toccherà i 71,1 miliardi di dollari, mercato destinato ad espandersi ulteriormente anche nel corso del 2015 in cui si prevede un giro d’affari di 76,9 miliardi.

Mobile, Cloud e Social porteranno sostanziali cambiamenti nel modo di fare security, anche a causa di una maggior “democratizzazione” delle minacce: chiunque può ormai accedere a questi “strumenti” colpendo una grande varietà di dispositivi.

Tutto ciò ha portato ad una maggior consapevolezza tra le aziende che hanno tradizionalmente considerato la sicurezza come una funzione dell’IT e un centro di costi” ha spiegato Lawrence Pingree, research director per Gartner.

A giocare un ruolo significativo sarà il Cloud. La società di ricerca ha stimato che il 10% delle funzionalità di sicurezza Enterprise saranno erogate tramite la nuvola nel 2015, percentuale ritenuta in crescita anche negli anni a seguire. SI osserva inoltre che il 30% dei controlli di sicurezza allestiti nel segmento small and medium business (SMB) saranno di tipo cloud-based per il 2015.

La crescente diffusione e specificità degli attacchi porterà le imprese a rivolgersi sempre di più a consulenti di sicurezza professionali. Gartner stima che almeno la metà delle grandi organizzazioni si doterà di queste figure entro il 2018. Aumenteranno inoltre i contatti con le società di consulenza che aiuteranno le imprese a definire adeguati standard di controllo del livello di protezione dei dati e della sicurezza legata alla privacy.

Lo sviluppo dei dispositivi mobili e soprattutto dell’Internet of Things che vedrà connessi entro il 2018 9 miliardi di oggetti, porterà a nuove implicazioni in ambito security. Tutti questi dispositivi sono potenzialmente a rischio dalle minacce dei cyber criminali che avranno così maggior possibilità di far breccia nelle loro difese. Questa ipotesi è avvalorata dal fatto che attualmente si registra una carenza nell’uso di strumenti di sicurezza tra gli utenti di nuove piattaforme mobile e la domanda per questa tipologia di prodotti e servizi non emergerà prima del 2016. Basti pensare che la maggior parte degli utenti non abbia mai pensato di acquistare software di sicurezza per la protezione di tali device.

Gartner stima infine una maggior pressione normativa in ambito security alla luce dei recenti scandali finiti sotto le luci dei riflettori. Le nuove leggi che “colpiranno” anche l’Europa porteranno sicuramente ad un aumento futuro della spesa per la sicurezza.