Nel primo trimestre del 2014 le tavolette elettroniche sono cresciute del 19% a livello mondiale. I device Android dominano il mercato, mentre Apple è in calo.

I tablet non si fermano. È questo quanto emerso da una recente analisi compiuta da Strategy Analytics sul mondo delle tavolette elettroniche. A livello mondiale, nei primi tre mesi del 2014 sono stati venduti 57,6 milioni di pezzi, in aumento del 19% rispetto ai 48,3 milioni dello stesso periodo dello scorso anno.

Tre risultano essere le alternative sul mercato: dispositivi iOS, Android e Windows, con questi ultimi a grande distanza in termini di market share. Nonostante una buona crescita e vendite per 3,4 milioni di unità, i device mobili con il sistema operativo Microsoft detengono il 5,8% del mercato. Questa quota è pero destinata a crescere dopo il recente annuncio di Microsoft di voler offrire gratuitamente il proprio sistema operativo sui device con display inferiori ai 9 pollici. Questo consentirà ai produttori di offrire tablet a prezzi inferiori, rendendoli così più competitivi.

A dominare il mercato in questo trimestre sono invece i tablet Android cresciuti del 12,8% rispetto allo scorso anno. Questi, con 38 milioni di pezzi venduti nel periodo, sono passati infatti dal 53% di 1 anno fa al 65,8%. In calo Apple: la quota passa dal 40,3% dello scorso anno al 28,4% dei primi 3 mesi de 2014. La società californiana sta infatti patendo la pressione competitiva in attesa dei nuovi modelli.

Tralasciando le lotte per il dominio del mercato, il settore dei tablet non risulta essere ancora saturo e nei prossimi mesi si prevede un’ulteriore crescita delle tavolette elettroniche a livello globale.