I 10 Paesi emergenti potranno così sostenere comunicazioni avanzate e le nuove soluzioni cloud

verizon
Tempo di lettura: 1 minuto

Verizon estende il suo servizio Private IP MPLS (Multiprotocol Private Label Switching) ad altri 10 Paesi nelle regioni del Medio Oriente, Africa e Asia-Pacifico, raggiungendo così più di 150 paesi e distretti. Gli Stati che beneficeranno dell’iniziativa sono Bangladesh, Cambogia, Laos, Nepal, Iraq, Libano, Yemen, Madagascar, Mauritius e Tunisia. Verizon sostiene così le comunicazioni avanzate e le soluzioni cloud
nelle aree di crescita emergenti.

Andiamo dove crescono i nostri clienti,” ha affermato Mike Palmer, Vice President of Strategic Solutions Product Strategy and Product Management di Verizon. “Così come i nostri clienti che utilizzano il nostro servizio di Private IP investono e individuano nuove aree, noi di Verizon siamo impegnati a soddisfare le loro crescenti esigenze di rete. Per stare al passo con le loro esigenze continueremo ad aggiungere nuove località e a fornire servizi di rete affidabili, sicuri e scalabili che consentano loro di implementare con successo il loro business”.