Nel 2014 verranno aperti 15 nuovi data center che si aggiungeranno agli altri 25 già realizzati

cloud computing
Tempo di lettura: 1 minuto

IBM vuole espandersi sulle nuvole. La società ha infatti stanziato un investimento di oltre 1,2 miliardi di dollari per rafforzare la propria presenza nel mercato del cloud computing, con l’obbiettivo di offrire ai clienti maggiore flessibilità, trasparenza e controllo sul modo di gestire i dati, nonchè permettere loro di implementare più semplicemente le attività operative IT nel cloud.

Per questo motivo IBM aprirà 15 nuovi data center a livello mondiale, che si aggiungeranno ai 13 di SoftLayer (acquisita lo scorso anno) e ai 12 già posseduti da IBM, per un totale di 40. Al fine di riuscire a coprire tutti i continenti, IBM ha l’intenzione nel 2015 di espandersi in Medio Oriente e in Africa, paesi nei quali la società DOVE non ha ancora alcun data center.