La start-up consente agli utenti di prenotare, sul web e tramite smartphone, il ristorante preferito o la migliore pizzeria, anche all’ultimo minuto

restOpolis nasce dall’investimento di competenze e risorse di Almir Ambeskovic, Antonio Sorrentini e Sergio Nava, tre soci giovani, che, entro la fine del 2013, per la loro iniziativa vogliono raggiungere l’obiettivo di 3mila ristoranti partner sulla piattaforma e 150mila utenti registrati.

La start up presenta ufficialmente il proprio servizio per la prenotazione online di ristoranti, totalmente gratuito per gli utenti, restOpolis sente, infatti, di aver raggiunto una massa critica di ristoranti affiliati, nonché un’affidabilità della tecnologia alla base della piattaforma tali da poter lanciare il proprio servizio su larga scala.

restOpolis consente di prenotare il ristorante preferito online e in tempo reale, senza necessità di conferma da parte del ristorante stesso, scegliendo tra 500 ristoranti in Italia. Attualmente, il numero maggiore di ristoranti è a Milano, ma i piani di espansione per i prossimi mesi prevedono di stringere nuove partnership innanzitutto a Roma e Torino per poi concentrarsi su Veneto, Emilia Romagna e resto d’Italia.

L’azienda lancia anche la nuova versione della propria app, disponibile per smartphone iOS e Android. Il servizio ha come caratteristica fondamentale il fatto di essere geolocalizzata, dal luogo in cui ci si trova la si può interrogare per scoprire quali ristoranti sono disponibili in promozione in quella zona e prenotarli direttamente in tempo reale. Le funzioni disponibili sull’app sono completamene speculari rispetto a quelle del sito restOpolis, compresa la possibilità di scegliere in base a cosa si vuole mangiare e di inserire recensioni, commenti e immagini.

La piattaforma avvicina il mondo della ristorazione alle dinamiche del web 2.0. restOpolis sfrutta, infatti, le potenzialità del “passaparola digitale” e le tecniche dei social network per ampliare i clienti potenziali raggiunti dal ristorante.