Intesa Sanpaolo, Setefi e Vodafone si sono alleate per agevolare la diffusione
dei pagamenti tramite carte di debito e di credito

mobile-pos

In Italia i pagamenti senza contante sono in crescita, ma la penetrazione dei
POS del 26% è ancora lontana dalla media dei principali paesi europei del 50%.
Un forte impulso arriverà a gennaio dal Decreto Sviluppo bis, quando non solo
chi vende beni e servizi, ma anche chi eroga prestazioni professionali, dovrà
consentire al cliente di regolare il pagamento con moneta elettronica. Il
mercato potenziale è rappresentato da oltre 1 milione di “partite iva” che
ancora non hanno un POS, per un volume potenziale di transato quantificabile in
circa 90 miliardi di euro.

Per sfruttare queste potenzialità Intesa Sanpaolo, Setefi e Vodafone hanno
sviluppato una soluzione completa per agevolare l’accettazione dei pagamenti
senza contante. Il cliente potrà così accettare pagamenti elettronici ovunque
si trovi, puntando sull’ampia diffusione e gradimento degli smartphone (25
milioni di persone in Italia ne hanno uno), dei tablet e dei servizi da essi
veicolati. I kit messi a disposizione sono composti da uno smartphone o da un
tablet Vodafone di ultima generazione con connessione internet veloce e sicura
e l’innovativo POS mobile Move and Pay Business di Setefi.

Le proposte commerciali partono da un costo base di 12 euro mensili, che
include un tablet di nuova generazione, 4 GB di traffico internet, il servizio
Vodafone Rete Sicura (che protegge la navigazione internet direttamente sulla
rete) e il lettore POS a canone zero e senza costi di attivazione (il cliente
paga una percentuale sulle transazioni, in base all’utilizzo effettivo).

Il POS mobile Move and Pay Business è un piccolo lettore certificato ai
massimi livelli di sicurezza da Visa, MasterCard e Consorzio Bancomat. Si
collega allo smartphone e al tablet con il Bluetooth ed è dotato di tecnologia
contactless. Dopo aver scaricato gratuitamente un’applicazione Android oppure
iOs, consente di ricevere pagamenti in pochi passaggi, esattamente come gli
apparecchi POS presenti nei negozi. L’interfaccia è particolarmente intuitiva e
il dettaglio delle transazioni, visualizzabile on line, si può facilmente
esportare e rielaborare per una rendicontazione personalizzata degli incassi.

I kit saranno disponibili a partire dal 2 dicembre ed entro fine gennaio nelle
filiali del Gruppo Intesa Sanpaolo e presso la forza vendita di Vodafone.
Intesa Sanpaolo e Vodafone garantiranno l’assistenza alla clientela attraverso
le filiali della Banca, molte delle quali aperte fino alle 20 di sera e il
sabato mattina, e con il supporto dei 3.500 agenti Vodafone specializzati in
microbusiness e pmi.