• BitMat
  • CBR
  • Linea EDP
  • ITIS
  • Top Trade

In Italia si conferma la Smartphone e tablet-mania

tablet_mania

di Dario Martucci

Un 2011 pieno di successi per i due device. Ora, con il Natale e la fine d’anno, gli ultimi botti di mercato

Gli italiani sono dei maniaci… Non pensate male, intendiamo maniaci di tecnologia. E’ quanto risulta da recenti analisi di mercato condotte dai più illustri centri di ricerca. E risulta che nel settore delle telecomunicazioni la voglia è matta. Dall’apparizione sul mercato nostrano dei telefonini ci eravamo guadagnati la palma di consumatori più esasperati d’Europa, senza un minimo ritegno. Un oggetto che aveva, in parte, soppiantato l’altra attrazione molto cara, in tutti i sensi, agli italiani: l’automobile. Oggi siamo primatisti nel Vecchio continente con smartphone e tablet.

 

Le cose non sono cambiate, tranne nella forma e nel prezzo, e ci “accontentiamo” di acquistare o uno smartphone o il tablet che hanno soppiantato il pc. Gli oggetti più desiderati dagli italiani, di un’età compresa tra i 14 e i 56 anni, sono stati e saranno anche per i prossimi sgoccioli dell’anno, questi due device. Per loro un 2011 da ricordare per diffusione e soprattutto business.

 

Già annientati i telefonini tradizionali gli smartphone si confermano indispensabili nella vita di buona parte degli italiani con ben oltre 50 milioni di utenti. E i tablet sono a ruota. Per il momento sono circa un milione i possessori delle “tavolette ma la passione risulta più trasversale rispetto ai cugini smartphone. Donne o uomini di età compresa tra i 25 e i 34 anni possiede per il 21% un tablet e per il 19% uno smartphone. Un mercato già in crescita dal 2010.

 

Il tablet appare quindi l’oggetto del desiderio perché poliedrico anche se il prezzo di mercato è ancora molto alto per gran parte delle tasche degli italiani. Inoltre, questa tipologia di device è sfruttata non tanto in ufficio (28%) ma in un ambiente familiare (59% lo usa in casa) e nel tempo libero (20% all’aperto come svago). Si prospetta quindi un 2012 da tabletmaia per gli italiani e se il costo dovesse abbassarsi, un po’ come accadde con i primi telefonini, arriverà una ondata di maniaci dell’ultima ora.

© Riproduzione Riservata

I commenti per questo articolo non sono disponibili

I miei articoli

Seguici       •             |      Registrati