70 miliardi di debiti per la Pa verso le aziende

soldi2

di Redazione BitMat

Una ricerca di Astrid quantifica il colossale debito. E in arrivo c'è una direttiva europea che impone trenta-sessanta giorni per i pagamenti


I crediti che le piccole emedie imprese vantano verso la Pmi sono un problema che coinvolge anche il mondo Ict, al punto Assinform proprio un paio di giorni fa lo ha messo nell’elenco di richieste da sottoporre al governo.

Ma il problema è enorme visto che i crediti stimati da Astrid in una ricerca ammontano a 60-70 miliardi di euro con tempi di attesa che possono arrivare anche 800 giorni in media in Molise e Basilicata per i prodotti sanitari biomedicali. In più la metà dei fallimenti è dovuto proprio ai ritardi dei pagamenti.

Una realtà drammatica per le aziende che sono costrette a indebitarsi proprio quando il credito bancario si fa più difficile e pericolosa ancheper le casse statali visto che in Europa è in dirittura d’arrivo una direttiva, della quale si parla da tempo, che indica in 30 giorni, massimo 60 per la sanità i tempi di rimborso.

La via d’uscita potrebbe essere rappresentata dalla proposta avanzata dal Tavolo interassociativo delle imprese dei servizi non distributivi che raggruppa 18mila aziende, che prevede una certificazione obbligatoria del debito con un piano di rientro decennale che inciderebbe per lo 0,4% del Pil ogni anno.

I tempi però stringono visto che la direttiva europea potrebbe potrebbe essere pubblicata sulla Gazzetta ufficiale della Ue già in dicembre.

© Riproduzione Riservata

I commenti per questo articolo non sono disponibili

I miei articoli

Seguici       •             |      Registrati